Qual è il miglior passeggino leggero? Ecco la mia top 5

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Sono mamma da oramai 5 anni e mezzo e qualche passeggino l’ho provato.

Inizialmente quelli che avevo personalmente scelto e comprato per Lavinia. Poi ho iniziato a scrivere il blog e con esso sono arrivate le prime collaborazioni.

Ad oggi posso dire di aver testato parecchi passeggini.

In particolare cinque considerarti tra i più leggeri in circolazione.

E dato che spesso mi chiedete consiglio su quale ultraleggero scegliere, ho pensato di scrivere questo post, in cui ve li racconterò, indicando di ognuno ciò che mi piace e cosa no,  in modo che possiate voi stabilire cosa fa più al caso vostro.

Perché ricordate sempre che quello che va meglio per me, non è detto che sia il meglio per voi. Ognuna di noi ha delle necessità e delle esigenze che un passeggino, piuttosto che un altro, può rispettare.

Vi serve che sia chiudibile con una mano? O vi serve portarlo in aereo? Deve da chiuso essere ultra compatto? Deve stare in piedi da solo? O deve essere portato in spalla?

Difficilmente un passeggino potrà essere perfetto per tutte le situazioni, per tutti i terreni, per tutti gli usi. Ma nemmeno noi abbiamo tante pretese no?

Non esiste il passeggino perfetto, esiste quello che più fa al caso nostro. 

Per questo motivo non li metterò in ordine di preferenza, anche perché potrebbe sembrare che io sia di parte, e non sarebbe corretto nemmeno verso le aziende con cui collaboro, ma li elencherò in ordine di prezzo, dal più economico al più costoso. Cliccando sul nome del passeggino poi, sarete reindirizzati al post specifico, se vorrete saperne di più.

1) Il Mini Large di Brevi, è il più leggero in assoluto, oltre che il più economico.

 

3.8 kg di passeggino, il top gamma. Una piuma. La seduta è larga 36 cm, decisamente più ampia rispetto ai prodotti di questa categoria e Ludovica assicura che fa la differenza. Omologato 0+. Otto i colori disponibili. Miglior prezzo online: 130 euro da Bomberai. Portata massima certificata fino ai 15 kg.

Cosa mi piace: adoro la seduta di questo passeggino e la capotta così ampia. Ludovica ha sempre apprezzato entrambe le cose, la comodità sia nello stare seduta che nel ripararsi dal sole. La capotta è davvero una delle più coprenti mai viste. Le cinturine con cui assicurare la bambina al passeggino, sono poi a prova di nonna. Se anche la vostra nonna (mamma) è allergica al momento allacciamento passeggino come la mia, che si faceva prima venire l’ansia prima di uscire, con questo non avrete più problemi. Perché è davvero facilissimo da usare.

Cosa non mi piace: è veramente molto, molto leggero. Il che vuol dire che anche durante le passeggiate, la leggerezza si sente. Non è affatto poco sicuro, come si potrebbe pensare, il bambino è ben assicurato, però è sicuramente più instabile di tanti altri su alcuni terreni. Bisogna abituarcisi. Se non siete fan dei super massicci pesantissimi trio, allora è perfetto. Se invece state per lasciare il trio ma volete mantenerne la stabilità allora lasciate perdere. 

Sta in piedi da solo? Sì

Si chiude con una mano? Sì

Può essere portato in cabina in aereo? No

Chiusura compatta? No

Tracolla per il trasporto? No

2) Gb Pockit, il passeggino più piccolo al mondo.

Entrato nel Guinness dei primati nel 2016 per le sue dimensioni ridottissime, è in assoluto il più compatto in circolazione. E’ il passeggino che ci ha fatto compagnia durante il nostro matrimonio in spiaggia a Formentera e ha permesso a Ludovica di assistere alla celebrazione comodamente seduta in posizione privilegiata. La versione che abbiamo noi è la prima, uscita la scorsa estate. Da pochi giorni è in vendita il Pockit + che ha una modifica importantissima: diventa reclinabile. Pesa 4,3 kg, misure da chiuso 38x18x35 e il miglior prezzo trovato online è: 178,90 (Amazon) (229 il plus). Portata massima certificata fino ai 17 kg.

gb pockit

Cosa mi piace: si compatta talmente tanto che si può mettere in borsa. O nel cestino della bicicletta. O sotto al sedile del treno. O nella cappelliera dell’aereo. Sta davvero ovunque. Lo porti sempre con te e ti salva nelle situazioni di emergenza. Per quei bambini che hanno preso il via, che non vogliono più il passeggino, ma hanno genitori che non se la sentono di abbandonarlo, per paura di doversi poi portare il bambino tutto il tempo in braccio. Lo si porta in borsa e lo usa all’evenienza. Ottimo per i genitori che viaggiano tanto e che non vogliono rinunciare allo spazio.

Cosa non mi piace: nella mia versione, non reclinabile, è poco gestibile il momento nanna. Ludovica ha sempre dormito ovunque ma vederla seduta mentre dorme invece che sdraiata un po’ spiace. E’ un passeggino di emergenza. Da non scegliere come unico passeggino, ma come passeggino extra. Ora che hanno fatto la versione reclinabile sarà sicuramente un valore aggiunto e allora forse sì farà il salto di qualità.

Sta in piedi da solo? Sì

Si chiude con una mano? No

Può essere portato in cabina in aereo? Sì

Chiusura compatta? Sì

Tracolla per il trasporto? No

 

3) Miinimo di Chicco, new entry in casa nostra e in casa Chicco.

Misure ridotte 54x48x25 cm, 6.2 kg di peso. Prezzo Amazon 211 euro. Due i colori disponibili: grigio e nero. Negli store monomarca Chicco, viene venduto anche in rosso, come nella foto con Lavinia. Utilizzabile dalla nascita fino a 15 kg di peso del bambino, può essere portato in aereo in cabina come bagaglio a mano, anche grazie alla comoda di sacca per il trasporto.

Cosa mi piace: si chiude con una mano permettendo alla mamma di tenere in braccio il bambino. Lo schienale completamente reclinabile e il poggiagambe regolabile, offrono il massimo comfort fin dai primi giorni, permettendo di usarlo fin dalla nascita del bambino. La seduta è super imbottita e il cestello sotto alla seduta è davvero capiente rispetto ai passeggini della stessa specie e questo può essere un vantaggio, quando occorre avere con sé molte cose senza voler gravare su vari ed eventuali ganci appendi borse.

minimo di chicco

Cosa non mi piace: trovo il maniglione un po’ più alto rispetto ad altri passeggini della stessa categoria e come maniglioni troppo bassi potrebbero risultare scomodi per una donna come me di media altezza (173 cm), un maniglione troppo alto potrebbe non essere confortevole per mamme più basse. Allo stesso modo la capottina non è molto coprente, soprattutto quando il bambino dorme. Risponde comunque positivamente (ed è l’unico della classifica) a tutte le domande in evidenza.

Sta in piedi da solo? Sì

Si chiude con una mano? Sì

Può essere portato in cabina in aereo? Sì

Chiusura compatta? Sì

Tracolla per il trasporto? Sì (e sacca)

minimo di chicco

4) City tour di Baby Jogger, l’attuale passeggino ultra leggero di Ludovica.

Ha sostituito degnamente l’ormai logoro YoYo che aveva Lavinia. Cinque i colori disponibili. Pesa 6,5 kg e ha un ingombro di soli 56 x 45 x 25 cm. ben strutturato nonostante sia un passeggino leggero, permette il trasporto di bambini fino a 20 kg, ed è il peso massimo tra i citati. l miglior prezzo trovato in rete è: 299 euro Amazon.

 

Cosa mi piace: le dimensioni ridotte ne consentono il trasporto in aereo in cappelliera. A differenza del Babyzen però che ha una semplice tracolla, viene venduto con una sacca a zainetto che non solo protegge il passeggino da eventuali colpi, ma ne facilita anche il trasporto. Trasportare il passeggino su entrambe le spalle e non più solo su una, migliora la postura e libera entrambe le mani. Il maniglione unico poi, è molto stabile e non cede/cade mai all’indietro, perché per chiuderlo, a differenza del Babyzen si spinge in avanti. Infine le gambe del bambino, non ciondolano mai, perché sono sempre sostenute dalla forma del passeggino, avvolgente.

Cosa non mi piace: chiuderlo non è così pratico come il suo predecessore. La leva è sulla seduta, e va tirata dopo aver premuto un tasto laterale. Un passaggio in più, meno semplice e meno immediato.

Sta in piedi da solo? No

Si chiude con una mano? No

Può essere portato in cabina in aereo? Sì

Chiusura compatta? Sì

Tracolla per il trasporto? No (ma ha uno zaino)

 5) Yoyo di Babyzen che è stato il nostro primo ultraleggero.

Il nonno l’ha regalato a Lavinia quando ha compiuto un anno e con lui siamo andati ovunque. Su e giù per l’Italia, tra un treno e l’altro, a Formentera, a Parigi, in Sicilia. Persino nel tour della Puglia. Era perfetto perché è stato il primo passeggino a poter essere portato in aereo, in cappelliera e non più sotto bordo (stiva), evitando così di farsi i chilometri in aeroporto con i bambini in braccio cercando di capire dove avrebbero sbarcato il passeggino.  Sei i colori disponibili. Portata massima certificata fino ai 18 kg. Peso del passeggino: 5.8 Kg. Miglior prezzo trovato online è: 329 euro da Mukako.

Cosa mi piace: i colori dei rivestimenti. Brillanti. E la facilità di chiusura, davvero semplice. Basta tirare una manopola posta sotto alla seduta, per chiuderlo e trasportarlo a tracolla. Dimensioni ridotte che ne consentono anche il trasporto in macchine molto piccole.

Cosa non mi piace: il maniglione, se caricato come solo noi mamme sappiamo fare, o anche solo nel salire un gradino un po’ più alto, mi si ripiegava spesso all’indietro, perché per chiuderlo si fa lo stesso movimento, quindi probabilmente seguiva semplicemente una direzione conosciuta. (Ed ecco perché negli altri modelli, la cui chiusura è in avanti, non succede.) Inoltre ogni pezzo da sostituire ha dei costi non indifferenti. Quando era l’unico della sua categoria era sicuramente il meglio in circolazione. Oggi forse il prezzo non è più giustificato.

Sta in piedi da solo? No

Si chiude con una mano? No

Può essere portato in cabina in aereo? Sì

Chiusura compatta? Sì

Tracolla per il trasporto? Sì

Questi sono i passeggini che ho provato io, ovviamente ce ne saranno altri che non conosco, ma vi ho già comunque dato materiale su cui riflettere, no? Intanto ecco qui la carrellata dei passeggini da chiusi, in modo che possiate vederne la compattezza. In ordine da sinistra verso destra: Mini Large, Yoyo, City Tour, Pockit, Miinimo.

5 migliori passeggini leggeri

Allora, avete deciso quale ultraleggero fa per voi?

Sere-mammadalprimosguardo

 

16 commenti su “Qual è il miglior passeggino leggero? Ecco la mia top 5

  1. Ciao! Io ho comprato il Valco per la mia seconda bambina! Ma ancora non l’ho sperimentato perché ha solo due mesi e finché entra nell’ovetto la tengo lì! Mi sai dire qualche pregio o difetto su questo passeggino?!
    Un saluto…
    Linda

    1. Ciao Linda mi spiace ma purtroppo non lo conosco. È ancora poco inflazionato (e trovo che sia una bellissima cosa). Se ne scopro di più torno ad avvisarti. Bacione

      1. Ciao! Io ho il valco snap 4 per la mia bimba e mi trovo veramente bene.. unico difetto non è così compatto da chiuso! Ha la sua tracolla per il trasporto, è molto stabile .. per me e ottimo!

  2. Bellissimo e utilissimo come sempre!
    Io ho il maclaren e devo dire che mi ci sono trovata strabene costa un po’ ma pesa poco ha la tracolla nn credo entri in cappelleria si chiude con una mano ed è omologato 0 mesi

  3. Ciao, io ho il Chicco Simplicity e la mia bimba ci sta da quando ha 6 mesi, ora ne ha 21. Leggero quanto basta e comodo da chiudere.

  4. Noi abbiamo preso il Qbit+ della gb ed è comodissimo molto simile al Chicco ma un po’ più pesante…ma comunque leggerissimo rispetto al passeggino del Trio inglesina

  5. Ciao, ti chiedo un’informazione, sto cercando di scegliere il secondo passeggino per la mia bimba di 9 mesi, soprattutto da tenere per il mare e per andare in vacanza in aereo.. sono molto combattuta perché mi piace molto GB POCKIT + ma mi lascia perplessa il fatto che in realtà come riparo dal sole c’è poco e niente.. tu come ti sei trovata al mare con quello? Cosa consigli?
    Grazie mille!

    1. ciao Valentina, quando la capottina è così ridotta, ma in generale al mare, io quando sono sotto al sole (mentre passeggio per esempio) copro con un pareo se sono orari brutti tipo mezzogiorno quando risalgo o quando riuscendo dopo pranzo, poi porto sotto l’ombrellone quando dorme. Se invece è mattino presto o pomeriggio tardi lascio senza nulla. Però in linea di massima preferisco capotte più ampie, non per forza come quella del brevi (che in quanto a capotta è il top), ma anche solo come il city tour)

      1. Ciao, intanto grazie dei consigli; quindi tu per il mare consiglieresti un altro passeggino tipo il brevi o city tour o tu comunque ti sei trovata meglio per dimensioni e comodità con il GB?
        Grazie mille!

        1. Ti dico cosa è più comodo per me, tu magari hai esigenze diverse… io consiglio un city tour perché il brevi non va in cappelliera e io ho necessità di portarlo in cabina e poi perché il mio gb pocket non si reclina, quindi per le nanne è un po’ un prolema. Io a Formentera quando avevo il gb avevo anche un Quinny con noi quindi alternavo…

          1. Perfetto! Grazie mille! Sei stata gentilissima e hai dato consigli utilissimi!

Che ne pensi?