Alla scoperta dell’isola d’Elba con Quinny

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Quando i primi di Agosto abbiamo deciso di prenotare la vacanza all’Elba abbiamo avuto il dubbio su che passeggino portare.

Impensabile quello del trio, perché comunque, anche se oramai è solo nella versione passeggino, è pur sempre un maxi passeggino e la mia macchina ha un bagagliaio limitato.

Non è piccolo, per carità, ma caricato lui, le valigie non ci sarebbero state. Valigie che, anche solo per una settimana di vacanze con due bimbe sono abbastanza impegnative.

Il superleggero che eravamo soliti usare per i viaggi, dopo quattro anni di onorato servizio, dato che lo acquistammo per il primo compleanno di Lavinia, ci ha abbandonato.

Lo sostituiremo certo ma nel frattempo eravamo alla ricerca di qualcosa che poi potesse essere usato in ogni circostanza, città, mare, viaggi, senza rinunciare al comfort.

Abbiamo quindi pensato che un altro Quinny, dopo la scelta azzeccata del trio, potesse fare al caso nostro, perché sinonimo di grande qualità avendo già provato il Moodd.

Questa volta però cercavamo qualcosa che fosse sia strutturato, robusto, sicuro come solo un passeggino di un trio sa essere, ma anche leggero, pratico e facile come un passeggino leggero. Impresa impossibile? Direi di no.

quinny zapp xtra2
Mi sono fatta aiutare nella scelta dall’osservazione: mi sono accorta, viaggiando, che molti stranieri hanno spesso un passeggino in particolare: tre ruote, seduta reclinabile in cinque posizioni, tessuto leggero, maxi capotta proteggi sole e chiusura compatta.

Sto parlando del leggero della famiglia Quinny, lo Zapp Xtra2. In particolare il nostro è il Miami Edition pink.

quinny zapp xtra2 miami edition pink
Lo Zapp Xtra2 ha brillantemente superato le nostre aspettative: non è stato invadente nel bagagliaio permettendoci di caricare tutto il necessario, grazie anche al fatto che le ruote si possono staccare per poterlo posizionare meglio.

Durante la vacanza poi ha permesso alla Ludo sia di riposare in maniera adeguata (conoscete la Ludo quando si tratta di dormire è molto esigente e deve poter stare comoda, ma anche di potersi godere appieno spettacoli, cene e passeggiate grazie alle diverse declinazioni della seduta.

Cinque per l’esattezza: tre fronte strada, due fronte mamma.

quinny zapp xtra2 miami edition pinkquinny zapp xtra2 miami edition pink

A chi lo consiglio? A tutte le mamme che vogliono essere comode ma pratiche.

Questo passeggino può tranquillamente sostituire un trio (aggiungendo a parte ovviamente l’ovetto che può essere messo sulla struttura grazie agli appositi ganci in dotazione).

Può farlo perché la seduta, una volta reclinata, permette di essere totalmente sdraiati e avvolti. Come se i bimbi fossero in una navicella.

Allo stesso tempo però è il passeggino perfetto per guardarsi intorno perché ha davvero una posizione da seduto: capita spesso per esempio di vedere bambini seduti ma in un certo senso sdraiati. Avete presente?

Il nostro vecchio leggero era così: Ludovica non poteva stare seduta dritta ma aveva sempre la schiena leggermente reclinata. Diciamo in diagonale. Cosa che magari poteva andare bene per i primi mesi, ma poi in realtà passava il il tempo a tirarsi su.

Con il Quinny Zapp Xtra2 questo non accade più perché lei da seduta è proprio seduta. E infatti non si lamenta mai. Ve lo assicuro.

quinny zapp xtra2 miami edition pinkquinny zapp xtra2 miami edition pink

Sere-mammadalprimosguardo

Che ne pensi?