Vietato sgridare mio figlio.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Quando ero piccola io, se facevi male ad un altro bambino, ti sgridava prima la madre di quel bambino e poi pure la tua. Adesso pare essere diventato reato.

hand-36759_640

Durante una cena in villaggio in Puglia lo scorso Agosto, Lavinia stava giocando per i fatti suoi vicino al nostro tavolo (mamme dei bambini super educati non storcete il naso: aveva finito di cenare!). Ad un certo punto vedo che corre inseguita da un nano della sua età che in un attimo le tira in faccia, da una distanza di mezzo metro, una pallina di gesso (avete presente le palline antistress? Una cosa simile ma ripiena di gesso), colpendola in un occhio. Ovviamente Lavinia scoppia a piangere e mi viene incontro.

Conosco tutti i dettagli della scena, perché io, a differenza di giraffa (vi dettaglierò più avanti chi è giraffa) stavo guardando mia figlia, nonostante stessi cenando. Incredibile, sono riuscita a fare due cose contemporaneamente.

giraffe-308771_640

A quel punto mi sono alzata per andare incontro a Lavinia e ho detto al nano: “attento con quella pallina perché potresti fare del male a qualcuno”. Nel frattempo mi si avvicina la gemella di nano, la saputella che in stile Peppa Pig (chi segue la Peppa sa che sa essere davvero insopportabile) che mi dice: “ma noi lo sappiamo che dobbiamo stare attenti”. Io le rispondo: “forse tuo fratello non aveva capito, altrimenti non avrebbe lanciato la pallina in faccia a Lavinia”.

Morta lì. Torno a sedermi e Lavinia torna a giocare, dimenticandosi dell’accaduto.

Cinque minuti torna da me e mi dice che il nano le ha chiesto scusa, io sorrido, guardo in direzione del nano dicendo “che bravo” e vedo giraffa, la madre del nano, che borbotta qualcosa. Non capendo cosa stesse dicendo mi avvicino e mi sento dire: “non avrebbe dovuto sgridare così mio figlio, perché lui è piccolo ed è più piccolo di lei, adesso è mortificato e piange. Avrebbe dovuto dirlo a me”.
Io basita.

Invece di ringraziarmi per non averla disturbata durante la sua cena, mi rompe le balle perché mi sono permessa di dire a suo figlio che non deve colpire mia figlia. Mia figlia.

Brutta stronza, se invece di farti i fatti tuoi con quello sfigato di tuo marito, tu avessi buttato un occhio ogni tanto su quelle due pesti dei tuoi gemelli, forse avresti potuto intervenire tu direttamente. O forse non l’avresti fatto perché tu sei la classica madre che ha due figli perfetti, che non sbagliano mai. Anzi forse sarebbe addirittura stata colpa di Lavinia che si era fatta inseguire. Invece non solo non li stavi guardando, quindi non sai cosa sia successo realmente, ma ti permetti pure di sgridare me.

Che poi come ti permetti di sgridarmi, che io sono più piccola di te?????
Assurdo.

Poi hai trovato quella giusta, ciccia, perché puoi anche essere alta 180 cm ed avere due gambe lunghe e magre da fenicottero. Ma hai una faccia orribile e uno marito grasso e sfigato. Io no. Io sono più bella e simpatica di te, Giacomo ha un gran fisico e Lavinia mangia in testa ai tuoi Peppa e George, per quanto è bella intelligente e simpatica.

Volevi giocare ad armi pari? Eccoti accontentata. Specchio riflesso.

resizepicture

Ovviamente in quell’occasione mi sono limitata a ribadire le mie ragioni e me ne sono tornata al tavolo a calmare pure Giacomo al quale si era tappata la vena e stava litigando con lo sfigato.

circle-47920_640

Perché noi, a differenza di quanto scritto sopra, siamo adulti. E siamo adulti intelligenti e maturi, quindi se nostra figlia sbaglia la riprendiamo.
“Lavinia hai il divieto assoluto di giocare con quei due bambini”. Perché? Perché sono brutti e cattivi. Cicca cicca.

Cattura

Ok ora torno seria, era per sdrammatizzare, ma la verità è che c’è poco da ridere. Certe donne non dovrebbero fare le mamme. Poi ci lamentiamo che i nostri figli sono rincoglioniti. Ma stiamo scherzando? Non vado di certo in giro a sgridare i bambini degli altri, se Lavinia litiga al parco con un bambino, io urlo dietro a lei, non a lui. A lui ci pensa sua madre. Ma se un bambino fa del male a mia figlia e la madre non interviene, certo che intervengo.  Per una strigliata non è mai morto nessuno, anzi. Delle volte la vergogna sortisce effetti migliori, di uno scapaccione magari paterno. O di una madre iperprotettiva e iper permissiva. Di una madre rincoglionita che sta crescendo il mio ipotetico e futuro genero e mi viene già da augurarmi che Lavinia resti single più a lungo possibile.

Sere-mamma-dal-primo-sguardo     

32 commenti su “Vietato sgridare mio figlio.

  1. Ecco cosa è successo a me quest’estate in Trentino. Eravamo in una struttura non a pagamento vicino alle seggiovie con scivoli e giochi vari, utile perché mentre i genitori fanno i biglietti per salire i figli giocano. Alias bambini non sorvegliati. Ad un certo punto un bambino di circa 5-6 anni comincia a lanciare sassi e per poco non becca in testa mia figlia Cecilia (2 anni). Io immediatamente, ma senza esagerare, lo sgrido. Lui lo rifà. A quel puntò mi sale una gran carogna e gli dico che se non la smette di rischiare di fare male a mia figlia gliele ficco io le pietre da qualche parte. A quel punto ha smesso. Ho esagerato? Genitori del bambino non raggiungibili.
    Lorenza

    1. Hai esagerato? Ma hai fatto benissimo. E poi senza genitori tra i piedi hai potuto essere davvero cazzuta. brava ti stimo. 😀

  2. Mamma mia come ti capisco, io ho un bimbo che ha 22 mesi quest’estate in montagne mi sono capitati un paio di episodi simili. Nei vari campetti ci sono sempre un sacco di giochi, mio figlio se si azzardava a fare qualcosa di storto veniva ripreso da me o dal padre mentre altri bimbi, anche più grandi venivano lasciati da soli a fare stragi con le mamme a fare le fighette al sole o con lo spriz in mano, ma io dico, a me non interessa se tuo figlio ha 5 anni e ti puoi permettere di lasciarlo giocare da solo, almeno abbi A la decenza di insegnargli l’educazione e B capisco che sei in ferie ma io mica sono un’insegnante di asilo che devo stare fiero anche ai tuoi di figli.

    1. Ma brava, le tate ai figli delle altre….però se intervieni, sei una stronza….bah che società ragazzi!

  3. Sere la penso esattamente come te…un’episodio simile è successo qualche giorno fa al parco e per fortuna che vicino a me c’erano altre mamme che sono rimaste basite!!! Premetto che sono come te, non tolgo gli occhi di dosso ad Andrea, seguo tutto e quindi ho visto benissimo la scena…Andrea aveva la sua bicicletta se ne stava tranquillo a fare i suoi giretti quando due bimbi più grandi si sono messi a rincorrerlo a piedi…ovvio che lui l’ha preso come gioco e rideva felice, fino a che non l’hanno bloccato, circondato e iniziato a strattonargli la bicicletta…lui si è difeso (non sta lì a prendersele, e fino a che si difende a me sta bene sinceramente) quando si è difeso ha dato uno schiaffo al bimbo che aveva più vicino e questo bimbo gli ha preso il braccio e gliel’ha girato all’indietro con forza e cattiveria…mi sono precipitata, Andrea piangeva dicendo ahi mi fai male ed io ho cominciato ad urlare ad entrambi di smetterla e al bambino di lasciare il braccio di Andrea che gli stava facendo davvero male! al che il bimbo l’ha lasciato ma gli ha dato un cazzotto sul collo dietro la testa, le mamme che erano lì sono rimaste a bocca aperta, si è sentito il colpo da tanto forte gliel’ha dato…l’ho sgridato dicendogli così non si fa e perchè fosse così cattivo con Andrea, che lui si era difeso perchè gli stavano strattonando la sua bicicletta e non dovevano!!! il bimbo ha borbottato qualcosa e se ne è andato continuando a guardare con cattiveria Andrea…così’ gli ho detto “ma hai qualcosa da dire ancora?” e lui sai cosa mi ha risposto? Si “Andrea mi ha rotto il …zo!!!” sono rimasta scioccata e le altre mamme vicino a me pure…gli ho detto ma che bravo come sei educato, puoi andare dove vuoi con quel linguaggio!!! Sere avrà avuto 5 o 6 anni al max!!! e la madre? non ho idea di chi sia!!! E’ andato da una ragazza penso sia lei, perchè mi ha guardata male tutto il tempo…io non ho parole…veramente maleducato e cattivo…non accetto queste cose…se mio figlio litiga io intervengo, se vedo che fa male ad un bambino/a intervengo subito e mi scuso infinitamente, se sbaglia mio figlio faccio chiedere scusa e lo sgrido…Cerco di insegnare a mio figlio la condivisione ed il rispetto, lui sa che esistono parole brutte che non si devono dire perchè è maleducazione (riprende pure me se mi sente dire qualcosa di strano), non capisco quelle madri come quella che hai descritto tu sopra…a loro tutto è dovuto e i figli sono perfetti!!! ma come crede che crescano così…i figli vanno ripresi ed educati, se mio figlio sbaglia e una mamma lo riprende ha la mia approvazione, anzi poi mi scuso se per caso non sono intervenuta subito…
    Mi auguro di riuscire a crescere bene mio figlio, cerco di educarlo nel miglior modo possibile, un pò però mi avvilisco quando vedo che esistono bambini come quello sopra al parco perchè ho paura che lui possa prendere più esempio da lui che da noi genitori!!!
    Vorrei che crescesse bene perchè vorrei potesse cambiare un pò il mondo e se tutti insegnassimo l’amore, il rispetto, l’altruismo forse potremmo sperare in un mondo migliore…ma i presupposti purtroppo in giro non ne vedo 🙁

    1. Teppisti. Poi si finisce sulla cronaca nera, adolescenti che si suicidano e la colpa non è di nessuno.

    1. Celine, mi spiace tu non abbia colto la vena ironica del post, era palese che stessi scherzando, mai direi a qualcuno che sono più bella di lei, cicca cicca/specchio riflesso. Ho 36 anni non tre. (E infatti a fine post ho detto che stavo sdrammatizzando). Forse non sei solita leggere il mio blog e non mi conosci altrimenti avresti capito, come hanno fatto tutti gli altri, che era un prendermi in giro, comportandomi da immatura. Ad ogni modo il punto centrale del post non ero io…ma l’assurdità di comportamento che hanno certi genitori, questo avresti dovuto cogliere. Non una cattiveria (cattiveria poi? e per cosa?) che non c’era.

      1. Cavolo mi spiace perché io ho colto di più un tuo giudizio verso degli altri genitori, quando ognuno si comporta come vuole con i PROPRI figli… Io anche avrei reagito rimanendoci un po’ perché credo che un’altra mamma non debba prendersi la libertà di riprendere mio figlio. Proprio perché siamo adulti, vieni da me e mi parli… Bé alcuni termini per scherzo o no, non le trovo particolarmente carine!

        1. Hai ragione CON I PROPRI FIGLI. E infatti io proteggo MIA FIGLIA se tuo figlio è stato maldestro e SE TU MAMMA DISINTERESSATA non ti sei preoccupata di controllarlo! Sono la prima e l’ho specificato nel post (che a questo punto credo proprio tu non abbia letto bene o forse magari in italiano certi termini ti sembrano più duri di quanto siano) che non va a sgridare i figli delle altre, ci mancherebbe. SE LE ALTRE PERÒ INTERVENGONO. Se tu invece permetti a tuo figlio di far del male ad un altro bambino e non dici niente IO INTERVENGO SÌ ED È MIO DIRITTO, dato che la vittima è mia figlia. MIA! E non posso di certo stare zitta se qualcuno le fa del male e dubito fortemente che tu riusciresti a tacere..E comunque questa cosa che ognuno con i propri figli fa quel che vuole a me sa tanto di scusante. Certo fai quello che vuoi se questo però non limita la libertà e la sicurezza degli altri. Altrimenti ognuno fa quello che vuole e il risultato è questa società assurda dei giorni nostri. No, non sono d’accordo….

          1. Ma sai io non me la prendo di sicuro con un bambino non mio, piuttosto mi reco dalla mamma e le faccio notate ciò che il proprio figlio ha fatto! Se la mamma non interviene nemmeno a questo punto me la prendo CON LEI!! Io non mi arrogo il diritto di riprendere suo figlio… Ci mancherebbe anche ma su… Forse se perderemmo meno tempo a guardare ciò che gli altri fanno o non fanno con i propri figli sarebbe meglio 🙂 non ti preoccupare, so leggere e so anche l’italiano 🙂

          2. Non offenderti non ho detto che non sai l’italiano, trovavo una scusante per il fatto che non avevi capito il mio post. Anche perché da nessuna parte hai letto che me la sono presa con il bambino. Al bambino ho detto: attento che potresti far male. Che ho sgridato il bambino te lo sei immaginata! È proprio con la madre che me la sono presa! Per non aver controllato suo figlio e per avermi rotto le balle senza nemmeno sapere cosa fosse successo! E non preoccuparti che io perdo tempo solo per mia figlia, ma se tuo figlio invade lo spazio e la libertà di mia figlia fa perdere tempo a me. Se invece tutti controllassero i propri figli vivremmo tutti meglio!

          3. No nessuna offesa tranquilla… No al contrario l’ho capito bene… Non è il titolo: “vietato SGRIDARE mio figlio”? Ma insomma, forse avrebbe semplicemente preferito che tu fossi andata subito da lei! Evidentemente non tutte sono madri perfette come te 🙂

          4. Il titolo era riferito alla madre, lei ha pensato che avessi sgridato il figlio. Senza aver visto niente. Cosa che io ho specificato non aver fatto. Vietato sgridare MIO figlio, è il titolo, non VIETATO SGRIDARE SUO FIGLIO! Scusami se mi sono permessa di spiegarti la frase…ma era d’obbligo. Dato che hai costruito una serie di critiche su FATTI MAI ACCADUTI…E dal tuo commento finale capisco che davvero non hai mai letto il mio blog altrimenti sapresti che io mi reputo imperfetta e ne ho fatto un must in questo blog.(Mai sentito parlare di mamme imperfette e pessime madri?) CIAO!

  4. @celine Strano… Dalle cose che scrivi dai l’impressione di non essere mamma!
    Comunque credo che tu non abbia proprio colto l’ironia del pezzo! E scusami ancora, dove leggi che Serena si definisce mamma perfetta?

    1. No non sono gemelle!! Io ti ho dato l’impressione di non essere mamma, lei mi ha dato l’impressione di essere: so tutto io, faccio tutto bene!

      1. A ME PARE CHE TU SIA VENUTA QUI SOLO PER CRITICARE, per partito preso ti attacchi a qualunque cosa e ti arrampichi sui vetri, INVENTANDO DI SANA PIANTA, quindi i casi sono due o sei la mamma dei gemelli (e non credo) o hai la coda di paglia perché fai esattamente come lei…. Perché prima mi hai accusata di essere cattiva, (la cattiveria dove sarebbe?)..poi hai asserito che ognuno fa quel che vuole con i propri figli (e lasciamo stare la maturità di questo commento), poi che me la sono presa con il bambino (mai scritto) in un altro che mi reputo una mamma perfetta (l’hai pensato solo tu) e ora che guardo le altre (se le altre mi rompono le balle certo che sì!). Insomma un commento diverso e scollegato ogni volta perché non sai più dove attaccarti…avendoti io ogni volta risposto la stessa cosa….E CIOE’ che se la signora avesse guardato il figlio, non sarei di certo intervenuta. Intervento che poi si è limitato ad un “attento”. STOP. In ogni caso direi di finire qui questa interessante conversazione, già ieri avevo deciso di ignorarti, dato che QUESTA DISCUSSIONE non porta a niente e a me le discussioni inutili e sterili non interessano perché tanto non servono a nulla. Ci sono tanti altri blog migliori del mio, dove sicuramente troverai mamme che fanno al caso tuo, e potrai avere il tuo momento di gloria, non sicuramente qui nel mio blog dove sono tutte cattive come me. Ciaooooooooo

        1. Ma chi è sta famosa mamma dei gemelli…. Io ho una bimba di 4 anni e una di 3 mesi (Chloe e Iana)
          No nessun partito preso, ci mancherebbe… Si, hai ragione, anche per me il discorso era già chiuso 🙂 buon pomeriggio

  5. @Celine scusa se mi permetto, forse non conosci il blog di Serena nè tanto meno lei…non è per niente cattiva, se tu la conoscessi sapresti che è una mamma dolcissima e premurosa e si batte per i diritti dei più sfortunato infatti a tal proposito è molto affezionata al caso specifico di Sofia (la bambina affetta da una grave malattia degenerativa) .
    Non ha detto cattiverie…anzi si è comportata come tutte noi mamme ci comporteremo in una situazione del genere..non ci credo che se un bambino va dalle tue bambine e lancia qualcosa addosso a loro tu con tutta calma vai dalla madre a dirle che suo figlio ha fatto male alle tue? per come sono fatta io, se la madre interviene subito insieme a me e riprende suo figlio, ok io non dico niente e la ringrazio di essere intervenuta ma se non interviene blocco subito il bambino, dicendo di stare attento a non fare del male agli altri, mica lo sgrido, lo avverto di stare attento che è ben diverso che sgridarlo, io sgrido mio figlio quando sbaglia, gli altri li riprendo che è diverso, se la madre non interviene…Serena nel suo racconto a mio parere non ha sgridato nessuno, ha solo fatto notare al bambino che con la pallina poteva far male a qualcuno…e questo non mi sembra sgridare! E poi il post non è sul bambino è più verso le madri che nei luoghi pubblici stanno a fare altro invece che osservare i propri figli…sai quante ne vedo?Specie al parco!!! e questi figli che urlano, picchiano, parlano male e le madri? ridono!!! ma stiamo scherzando? I bambini vanno al parco per giocare divertirsi insieme, se si picchiano o si fanno del male ma che mondo è? e le mamme devono osservare, intervenire, educare…non siamo perfette nessuna ci mancherebbe, chissà quanti errori faccio io, ma se per caso mi dovesse sfuggire un comportamento sbagliato di mio figlio, se un’altra mamma glielo fa notare va benissimo! Io la penso così e l’unica cosa che mi sento di dirti è di non soffermarti su certe parole, o frasi, che comunque lei stava ironizzando, prima cerca di conoscere, leggere come e cosa scrive una persona, solo così avresti colto il senso di Serena…

Che ne pensi?