Quali sono i sintomi della celiachia nei bambini?

Quando Lavinia aveva 18 mesi, durante una visita di routine, notando che era cresciuta poco rispetto l’ultima volta e considerando che da sempre aveva l’addome sporgente, il pediatra mi disse che, dopo i due anni, se non fosse cresciuta meglio e se quel pancino fosse rimasto così evidente, avremmo dovuto valutare l’ipotesi di fare controlli per la celiachia.

Lavinia non ha mai avuto problemi intestinali, è sempre stata bene, è sempre stata una bambina minuta che cresceva il giusto e mangiava poco. Ma sarebbe potuta essere quel caso di bambina celiaca senza sintomi. Perché ho scoperto che esistono.

Il pediatra aveva aggiunto anche che, per valutare se ci si trovi davvero di fronte ad un caso di celiachia occorre fare un esame approfondito come la biopsia.

Mi era davvero preso male. Non poteva essere solo magra e con il pancino sporgente come tanti altri?

SINTOMI CELIACHIA BAMBINISINTOMI CELIACHIA BAMBINISINTOMI CELIACHIA BAMBINI

Qualche mese dopo, al controllo dei due anni, il nostro pediatra ci disse che Lavinia era cresciuta e che quindi la volta precedente era stato solo uno stop momentaneo, fortunatamente, anche se quel pancino gonfio rimaneva.

Così decidemmo di fare almeno l’esame del sangue e la ricerca del sangue occulto nelle feci, per iniziare ad escludere il problema.

Fortunatamente Lavinia risultò non essere celiaca. E quel pancino sporgente, anche oggi che ha sei anni, a volte, la accompagna.

Pancino che te l’altro ha anche sua sorella (e un milione di altri bambini che ho visto al mare), ma forse, dato che la Ludo cresce a più non posso, al pediatra non è venuto alcun dubbio.

(Che poi sono figlie mie e se hanno preso da me… :-D)

SINTOMI CELIACHIA BAMBINI

In questi anni ho potuto vedere quanto la celiachia sia diffusa, soprattutto tra i bambini.

Una compagna dell’asilo di Lavinia ne soffriva e mi sono resa conto della difficoltà che un genitore può avere sia a reperire alimenti, soprattutto in una piccola città come la nostra, sia ad andare a mangiare fuori sia a reperire informazioni.

Ecco perché quando qualche giorno fa mi è arrivata la newsletter del Meyer in cui si parlava proprio di celiaci, ho deciso di condividerla con voi.

Ogni informazione è preziosa.

Intervistato da Maria Vittoria Giannotti, ufficio stampa AOU Meyer, il professor Paolo Lionetti, responsabile della Gastroenterologia e nutrizione del Meyer ha così risposto:.

Che cosa è la celiachia?

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine che si manifesta in individui geneticamente predisposti. Non è una condizione che riguarda esclusivamente l’apparato gastrointestinale, ma può coinvolgere altri organi ed apparati.

SINTOMI CELIACHIA BAMBINI

Celiaci si nasce o si diventa?

Celiaci si diventa, in qualsiasi età della vita. È evidente che il problema non si può manifestare prima che nell’alimentazione sia introdotto il glutine, che è una proteina contenuta nella farina del frumento, segale e orzo.

Quali sono i sintomi nel bambino?

Nel bambino piccolo sotto i due anni, la celiachia si manifesta più frequentemente nella sua forma classica caratterizzata da diarrea, scarso accrescimento e sindrome da malassorbimento. Nel bambino più grande sono più frequenti le presentazioni cosiddette extraintestinali, ad esempio un’anemia sideropenica isolata, ritardo di crescita. La celiachia si può associare ad altre patologie autoimmuni, come la tiroidite e il diabete.

Come si arriva a una diagnosi? E quali sono i farmaci?

La diagnosi si effettua con il dosaggio di anticorpi specifici nel sangue e va confermata tramite biopsia intestinale. Quando i livelli degli anticorpi sono molto elevati e sono presenti sia i sintomi tipici che la predisposizione genetica, la biopsia può essere evitata. Non ci sono farmaci specifici, l’unica terapia oggi valida è la dieta senza glutine, il che vuol dire escludere il grano, il frumento, la segale e l’orzo. Per quanto riguarda l’avena, sembra sia tollerata da una percentuale di celiaci.

Come aiutare un bambino ad accettare questa diagnosi?

In genere i bambini accettano senza problemi la dieta senza glutine. È importante che i genitori per primi accettino la condizione del proprio figlio con la maggiore serenità possibile ed è altrettanto spiegare al bambino che per star bene deve evitare alcuni alimenti. Più frequente invece è la mancata accettazione nell’adolescente, in genere più restio a rispettare le regole.

Ma è possibile sgarrare?

È buona norma effettuare la dieta in modo rigoroso, cercando il più possibile di evitare gli errori, senza tuttavia cadere in eccessi di scrupolo: per esempio non c’è bisogno di comprare un set di pentole dedicate alla cucina senza glutine. Un lavaggio accurato è più che sufficiente.

SINTOMI CELIACHIA BAMBINI

Per leggere l’intervista completa potete andare sul sito del Meyer a questo indirizzo: http://bit.ly/2yCCTm3

Sere-mammadalprimosguardo

2 commenti su “Quali sono i sintomi della celiachia nei bambini?

  1. Una compagna di classe di Polpetta è celiaca. Quando l’ho inviata alla festa di compleanno del mio bambino ho specificato alla sua mamma che avrei fatto in modo di organizzare il buffet perche anche la sua bambina potesse partecipare. In realtà la mamma mi ha ringraziata e mi ha detto che non avrebbe portato la bimba perché soffre molto per le limitazioni alimentari e non voleva metterla in una situazione di disagio. C’ero rimasta malissimo.
    Ma quando Polpetta ha portato a scuola le caramelle da condividere con i compagni ed anche la sua amica le ha potute mangiare, la gioia di madre e figlia mi hanno ripagata.
    È davvero difficile gestire la celiachia…

    1. La mamma della compagna di Lavinia invece la porta sempre e si porta dietro merendine e cibi ad hoc. Io credo che farei come lei, perché limitando i contatti con gli altri bambini avrei paura di ingigantire una problematica che vorrei venisse vissuta il più normalmente possibile….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.