Scusate se godo.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Nel momento stesso in cui Lavinia è venuta al mondo l’ho guardata ci ho visto suo padre. Lavinia aveva esattamente il suo taglio degli occhi, delle piccole borsette incorporate, la sua firma. L’unica cosa che rivedevo di me era la bocca ma si sa i neonati hanno spesso in bocca il ciuccio e Lavinia, che ne era consumatrice incallita, nascondeva così la sua (mia) bocca al mondo.

In questo modo per mesi, per anni, mi sono sentita dire: Lavinia è tutta il papà.

Ora io dico: lo vedo, non sono cieca. Però anche voi a farmelo notare in continuazione….

Va bene che il mio futuro marito è un gran bel gnoccolone, va bene che se Lavinia è bellissima può ringraziare lui, però io mi sparo 9 mesi di gravidanza, accumulo 10 kg di ritenzione e grasso, vedo il mio corpo cambiare, il mio sonno diminuire per poi sentirmi dire: dovevate chiamarla GiacominA!

ASSORRATA!

 

notare la fonte:-)

Ma la cosa ancora più irritante è che non solo per tutti era la fotocopia del padre (il che chiariamolo di nuovo ci sta e le va solo bene, però insomma ogni tanto una soddisfazione…) ma spesso era uguale a tutto il resto del mondo, tranne che a me.

Io ci rivedo il nonno Giancarlo.

Ha i capelli delle nonne.

Anche la zia da piccola era così.

Insomma sembrava somigliare a tutti tranne che a me. Mancava il lattaio.
E per fortuna che la madre è certa, il padre non si sa, perché qualche dubbio altrimenti mi sarebbe venuto.
Per quattro anni ne ho sentite di ogni. E io sempre con il sorriso di circostanza (e il vaffanculooooo in tasca) a rispondere che almeno caratterialmente era me. (Guai a dire povera Lavinia!)
Ultimamente però le cose stanno volgendo a mio favore. Lavinia crescendo assume sempre più mie espressioni, e un po’ comincia a somigliarmi.
E poi il 6 settembre è arrivata la mia rivincita: la Ludo.
Durante il nostro primo sguardo l’ho sentita subito mia. E mi ci sono rivista. Se Lavinia appena nata era sputata Giacomo, la Ludo è uguale a me.


E io godoooooooooo! 

Almeno forse mi evito quattro anni di battute e insinuazioni da parte di chiunque. Dato che l’unica cosa che potranno dire è: Sere la Ludo ti somiglia un sacco!
Ora ho solo da sperare che cresca bella come la sorella. Altrimenti saranno cazzi. Amari. Miei.



Sere-mamma-dal-primo-sguardo

14 commenti su “Scusate se godo.

  1. È già bella, la Ludo! non bella come la sorella o bella come te, ma di una bellezza tutta sua! È il “come” che proprio non ci sta!
    Maria (mariuccetta)

  2. Anche a casa mia è andata così e per ora regge ma cara mamma sai che ti dico?che abbiamo fatto dei figli/e splendide solo per merito nostro!;-)
    Un super baciooooo!:-*

  3. Io ho goduto col nano 1 che è identico a me (tranne che per il pisellino 😉 che però è ben nascosto!!) .
    Nove mesi che ci si metteva anche la ginecologa che guardando l’ecografia diceva ogni volta ‘ah è tutto suo padre questo bambino’. Poi è uscito e tadaaaà uguale a me, sempre di più!!
    Nano 2 invece… la fotocopia di suo padre fin da subito. Adesso comincia a uscire qualcosa di me, è diventato biondo ma comunque è proprio come suo padre. Vedremo in futuro 😉 Comunque sono due bimbe bellissime, complimenti !

    1. Beh dai uno ciascuno mi sembra un buon compromesso! Grazie mille Natascia! Un bacione

  4. .. A casa nostra invece dipende.. I parenti e conoscenti del papi.. Ah davidino è tutto luca da piccolo..i parenti e conoscenti miei.. Tutto Alessio( mio fratello).. Ohh e IO??niente?? Poi da quando è nato Alex.. Ma li avete fatti con lo stampino..!?!?!?!(cosa non vera xche sono diversi..)mah..aspettiamo che crescano…e vedremo..!!
    Godi godi serena..fai bene… Dopo tutta la fatica….!!
    P.s. Il vaffanculooo in tasca è stupendo..!!
    Baciii

    1. Ah lo stampino ce l’abbiamo anche noi ma se Lavinia è come il Papà e la Ludo somiglia a me, come è possibile!!?? State bene?

  5. Mio figlio appena nato era orrido, lo dico con tutto l’amore di mamma (per fortuna poi è diventato un bel bambino!)
    Ma i primi mesi proprio no. Grazie alla prematurità sembrava ancora un feto più che un bambino, rugoso, secco, giallo. Un folletto antico. Yoda. Mio suocero. Sì, era uguale a mio suocero di 70 anni.
    Immagina la mia gioia.
    E mia suocera, pensando di farmi un favore, che fossi delusa per la mancanza di tratti miei, insisteva che fosse uguale a me.
    Mi insultava pesantemente in buona fede!
    Crescendo, mio figlio è diventato la fotocopia del padre, da me non ha preso nulla. Ma zero! Né i colori (io bionda occhi azzurri, lui moro occhi castani) né i lineamenti.
    É tutto suo padre. É palese, io sono perfino stata presa per la tata un paio di volte, eppure mia suocera si ostina a dire che è uguale a me 🙂
    Non ha ancora capito che a me non interessa ciò, apprezzo la sua buona fede ma mi irrita anche la sua insistenza nel negare solo a mio beneficio una cosa ovvia a un cieco!

    1. Ma siamo sicure che sia in buona fede???? Scherzi a parte è proprio vero che ognuno ci vede quello che vuole vederci….

  6. …eh come si suol dire.. “Ogni testa un piccolo mondo”…!!! Si siii tutto bene…!!bene come può stare una mamma con un neonato di 2 mesi(oggi❤️)è una peste di 3..con papà lontano..( ma oggi è venerdì…!!)ti ricorda qualcuno..??
    Bacii a te e alle bimbe..!!

Che ne pensi?