Così ho smesso di allattare.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Questo post è fortemente sconsigliato ad un pubblico che non sappia rispettare le decisioni degli altri.

La premessa è che io ho deliberatamente scelto di smettere di allattare. Per questo ho inserito l’incipit, perché so che c’è chi si accanirà cercando di convincermi

-che ho sbagliato;

-che avrei dovuto proseguire;

-che il latte fa bene;

-che mia figlia sarebbe stata meglio con il mio latte piuttosto che con il bibe;

-che sono una mamma terribile;

Ecc ecc ecc.

Lo so. Conosco già il vostro pensiero. Ma nessuno, tranne me, aveva diritto di decidere in questa storia.

Ludovica ha sette mesi e ho deciso che era il momento di dire basta. Perché? Per una marea di futili motivi. Che però per me sono stati fondamentali.

In primis perché con il mio stile di vita ho dedicato sei mesi, quasi sette, a Ludovica, dovendo dire tante volte, troppe, a Lavinia: aspetta un attimo. Non lo voglio fare più. Capiterà certo che mi chiederà qualcosa e in quel momento non lo potrò fare perché magari sto cambiando il pannolino a Ludovica o sto cucinando o sto parlando a telefono o o o… Ma non perché mi sto dedicando totalmente alla sorella con un atto così intimo ed esclusivo che unisce me e la piccola, ma appunto esclude Lavinia.

Poi mi voglio riappropriare del mio corpo. Corpo che con la gravidanza prima e l’allattamento dopo ha subito delle modifiche. Non troppo simpatiche. E siccome io tengo a me stessa oltre che alle mie figlie ho deciso che, durante la gravidanza e durante l’allattamento la priorità sarebbero state loro, poi mi sarei ripresa il mio corpo. Ed è quello che voglio fare. Non venite a dirmi che posso farlo anche allattando perché per me non è così: io ho un alto tasso ormonale che fa sì che finché allatto il ciclo non mi torni. Ho necessità di riavere il ciclo per sgonfiarmi dal gonfiore che gli ormoni provocano in me. Nessuna palestra potrebbe aiutarmi. Mi serve il ciclo, mi serve tornare ad essere regolare. Mi serve liberarmi da questi ormoni che mi tartassano da 15 mesi. E che io odio.

Poi voglio farmi un altro tatuaggio, magari anche due. Voglio andare dalla parrucchiera a sistemare questi capelli oramai logorati dall’allattamento e dar loro una possibilità di recupero. Voglio potermi bere anche una bottiglia di vino senza dovermi chiedere se potrei causare un mal di pancia a mia figlia.

Da quando ho scoperto di aspettare la Ludo a oggi di rinunce ne ho fatte. Tutte stra felice di averle fatte, per il suo bene ovviamente. Ma ora voglio pensare un po’ anche a me stessa. Sono una cattiva mamma? Non credo. E nessun commento acido del mondo, potrà farmi cambiare idea. Nessuno.

Come ho fatto? In maniera molto naturale. Nel momento in cui ho introdotto le pappe, il pranzo prima, la cena poi e le varie merende, il mio latte è diminuito. E ne ho approfittato.

Quando dicono che il corpo di una donna è una macchina perfetta che si regola in base alla richiesta, è assolutamente vero. Lavinia era una ciucciatrice delicata. Si attaccava per 5/10 minuti al massimo e il mio latte era calibrato secondo le sue esigenze. Ho sempre avuto poco latte anzi il latte che bastava a Lavinia. Anche con lei, svezzandola, la produzione è calata e un giorno ho smesso, così senza problemi. Con la Ludo l’allattamento è stato diverso. Ludovica si è dimostrata fin da subito vorace e famelica. I primi tempi ciucciava anche per un’ora intera. Poi pausa nanna e di nuovo. Avevo molto più latte in questo modo, tanto che mi è capitato di avere tensione mammaria, fuoriuscite, mini ingorghi che con Lavinia non avevo avuto. Per questo temevo che avrei fatto fatica. Invece quando ha iniziato a saltare la poppata del pranzo, la produzione è diminuita. Poi abbiamo inserito la cena e nuova calibrazione. Per una settimana ho mantenuto la poppata della buona notte e quella della colazione. Poi le ho alternate, inserendo il bibe che ha finalmente accettato. Prendendo il bibe è stato tutto molto più semplice. Magari la notte mi sono ritrovata con le poppe di marmo in un paio di occasioni ma ho sfruttato i risvegli della Ludo di quel periodo per alleggerirmi.

Poi ho raggiunto le prime 24 ore senza allattare e quando ho sentito un po’ di tensione l’ho attaccata. Poi le ore sono diventate 30, poi 48, poi 72. Ora sono quindici giorni che non allatto più. Allattamento concluso senza uso di pastiglie e senza traumi. La Ludo non cerca la poppa e io sto per andare a brindare. Con del buon vino. E senza sentirmi in colpa.

Sere-Mammadalprimosguardo

33 commenti su “Così ho smesso di allattare.

  1. Sere io ho fatto esattamente come te. Dopo sei mesi di allattamento esclusivo, durante i quali ero veramente molto stanca, ho scelto di smettere. E come te non mi sono sentita in colpa (ci hanno provato però quello sì) volevo riprendermi il mio corpo e anche un po’ di indipendenza lo ammetto.
    Un bacio e allora non sarà un caffè ma uno spritz 😉

  2. Hai fatto benissimo è giusto riappropriarsi del proprio corpo…alla fine fino a 6mesi hai allattato e ciò che hai potuto dargli gli hai dato…io anche come te sto facendo tutto con calma l’unica pecca è che le mia Carotina nn vuole prendere il biberon ma riuscirò a farglielo accettare…ormai mangia solo la notte…come mi dico sempre forza e coraggio…a te tanti complimenti x asserci riuscita…

    1. Grazie cara. Anche io ho insistito con il bibe. E poi mi sono resa conto che senza poppa la notte non si sveglia più. Era un calmante in quel
      Caso. Sostituito da ciuccio

  3. Hai fatto bene perché è stata una tua scelta.
    Solo un appunto: l’unica cosa vietata in allattamento è il super alcolico. Il vino si può tranquillamente bere senza patemi.
    Io come sai sostengo l’allattamento ma sostengo anche il suo termine: la cosa che non sostengo è l’ignoranza
    Le scelte consapevoli meritano tutto il sostegno del mondo, non importano i motivi alla base. Smettere per riappropriarsi del corpo e tornare a piacersi è per esempio un ottimo motivo, da rispettare.

    1. Io infatti un bicchiere di vino me lo sono sempre bevuta. Però capitava che la LUDO avesse o mal di pancia o facesse fatica a dormire, sicuramente caso, ma non sono sicura che non influisca sul latte. So che gli esperti dicono che si può mangiare tutto e bere, però onestamente poi le reazioni di un bambino sono imprevedibili. In ogni caso il post era generico, i motivi futili erano espressamente ironici, anche perché onestamente non avrei mai smesso di allattare se il mio unico “problema” fosse stato l’alcol. In quel caso mi sarebbe servito un esperto. Per risolvere il problema però!!

  4. PS : a me per esempio hanno rotto da morire perché ho allattato oltre due anni. Hanno cercato di farmi sentire in colpa e pazza. Li ho mandati tutti a quel paese

  5. Hai fatto benissimo! Io con Ludo sto continuando la notte e per qualche coccola diurna però non ancora sei mesi, una volta che avrà accettato anche la cena faró la stessa cosa, come feci per Lavinia e senza pastiglie. Allora prosit!!! Non vedo l’ora di poter brindare anche io!

  6. io sono una di quelle che è andata avanti a oltranza…(ho fatto quello che chiamano autosvezzamento e mangiavo quello che mi pareva)….però di base c’è che ogni mamma deve sentirsi libera di fare ciò che crede meglio per il bambino e per se stessa…tanto per poi per alimentarli male abbiamo la parte di vita che arriva dopo al biberon!!

  7. Mi verrebbe da dirti che io avrei continuato, ma dato che ho allattato solo per due mesi la realtà è che non lo so neanche io se sarei riuscita a continuare a oltranza…detto ciò, hai fatto benissimo visto che è quello che ti fa stare bene, e se la mamma sta bene anche tutta la famiglia vive bene!!!! Un bacione!

  8. Io ero proprio come te: allattamento = zero ciclo! E non sono riuscita a tornare in forma se non dopo aver smesso di allattare da un po’. Quindi ti capisco in pieno! E capisco pienamente i motivi per cui hai deciso di smettere. Allattare e` anche sacrificio.

  9. Ciaoo io ti ho scoperta solo la settimana scorsa..e mi ritrovo molto nel tuoi blog!! Brava continua a scrivere così mi sento meno sola in certi problemi di mamme Anche io ho una bimba di 4 anni e un maschietto che farà 1 mese il 9 ☺️Io la penso come te sul allattamento! Da me è diverso perché mio figlio è molto più piccolo ma il senso è lo stesso…il mio problema è che tutti mi stressa o attaccalo attaccalo vedrai che il latte aumenta…ma non aumenta da me! Io ci ho provato me lo tirò addirittura anche ma niente da una settimana è diminuito così tanto c’è adesso in 24 ore riesco a fare un bibe e mezzo solo! Quindi voglio provare a toglierlo del tutto..con due è complicato stare ogni ora a tirarlo tanto ormai non aumenta più…anche a me hanno detto che sono una mamma terribile per questo..ma io ci ho provato! Se non va non va..anche io voglio riprendermi un po di tempo per la mia prima figlia che povera ne sta risentendo davvero tanto..tanto gelosia e tanta cerca di attenzione…è pensante fare la mamma di due bimbi sopratutto tu lontana da tuo marito ed io lontana da tutta la famiglia dato che siamo dall altra parte del mondo ma è la cosa più bella del mondo essere in 4 ❤️ Un abbraccio forte ☺️

    1. Io per esperienza posso dire che più ciucciano più latte arriva anche a distanza di mesi. Infatti ho avuto un simpatico mini ingorgo a 3 mesi Ma questo vale per me. Se tu hai deciso che sei stanca e preferisci toglierlo, soprattutto per la prima figlia, vuol dire che hai pensato che sua la cosa migliore. E se lo è per te lo è per tutti!

  10. Io non son riuscita ad allattare fin dall’inizio. Il latte non è mai arrivato, solo 5ml dopo aver tirato x più di mezz’ora.
    Considerando che quella dose non sarebbe mai bastata ho iniziato dopo 1 settimana col biberon.
    Sensi di colpa zero. Quelli che dicono che tutte le donne hanno latte si sbagliano, incluse le ostetriche che mi hanno tormentata in ospedale.
    Questa è stata la mia scelta e non si discute.

  11. Ciao io penso che nessuno vada giudicato x le sue scelte, in ogni campo e in ogni momento della vita. I miei figli ora hanno 13 e 9 anni sono cresciuti belli sani e abbastanza saggi. Io li ho allattati entrambi 6mesi in modo esclusivo e poi mi sono un po’ rotta e poiché a sette mesi andavano al nido e io al lavoro ho deciso di smettere e ciao. La pediatra e’ stata grande e mi ha detto di fare come mi sentivo. Non potevo andare in ufficio e gestire anche le paturnie legate all’allattamento e i risvegli notturni con ciucciata. I chili in più non sono andati via lo stesso ma pazienza.

  12. Brava sere…!!noi qui siamo ancora in alto mare..ALEX è tetta dipendente( soprattutto la notte..!!)x ora mi va bene così.. Ma presto anch’io dirò basta..!!
    Cmq credo che ogni mamma debba sentirsi libera di decidere.. Senza la ” paura” del giudizio degli altri… Baciiii

  13. Ti capisco bene Sere… anche io volevo smettere per gli stessi tuoi motivi… ma avendo cmq poco latte è stata più semplice la cosa.Ho smesso anche io senza pasticca.
    L’unico dubbio che ho è questo: son praticamente 5 mesi che non allatto più ma se premo mi esce ancora qualche goccia di latte…e a volte mi trovo “sporca” di bianco…. a te capita?? Non capisco se è normale…

    1. Assolutamente si! Stai tranquilla! Comunque puoi sempre fare un’eco di controllo! Io la faccio tutti gli anni e ce l’ho a fine mese. Bacione

  14. Io non sono né a favore dell’allattamento al seno ne’ contro il biberon. Una deve fare quel che si sente. L’unica cosa che posso dire, avendo fatto entrambi, è che è vero quel che dice Serena e cioè che più si attacca il bimbo è più si produce latte. Io Cloe e samu li ho attaccati tanto, soprattutto all’inizio, e tanto vuol dire almeno 15 volte nelle 24 ore… Pesante? Da morire! Non fate l’errore di non attaccare il bimbo e poi provare col tiralatte perché vi deprimerete per quanto poco ne verrà fuori… Il tiralatte non sostituisce l’effetto della poppata del bimbo. Se avete voglia guardate che cosa è il FIP (fattore inibizione produzione del latte) e capirete perché il bimbo va attaccato tanto.
    Detto questo, libera poppa e libero biberon per tutte!!! E libere di smettere quando si vuole perché sia se si ha allattato una settimana un anno o nulla siamo mamme tutte meravigliose alla stessa maniera.

  15. Apprezzo tantissimo questo tuo post. In giro è pieno di mamme pronte a puntare il dito. Io sono una mamma che ha allattato per tre mesi. Una mamma che la notte fin dai primi giorni dava il biberon alla bambina perchè ho notato che se la allattavo si svegliava ogni due ore, se le davo il latte artificiale dormiva 9 ore a notte. Ho capito che era meglio una mamma serena che dava il latte artificiale che una mamma esaurita (io lo sarei diventata) che allattava. Quando Maria a tre mesi ha deciso che non voleva più la tetta non ho insistito. E anche a me il latte è andato via da solo, ne avevo pochissimo.
    Me ne hanno dette di ogni. Ma avevo dalla mia mio marito e i miei familiari, e me ne sono strafregata degli altri.
    Sei tu che decidi per te e la tua bambina, e se hai deciso di smettere di allattare hai le tue ragioni, e nessuno deve sindacare su una decisione così intima e delicata.
    Sono con te
    Un abbraccio
    Valentina

  16. Ciao Serena ti seguo già su instagram.
    L’allattamento al seno è uno degli argomenti preferiti di zie, nonne,amiche pronte a dirti che cosa fare e quando ma soprattutto per quanto tempo. Come hai scritto tu è un momento intimo tra te e il tuo cucciolo e basta. Nessuno può metterci il naso!
    Io spero di arrivare ad allattare mia figlia Nina fino ad agosto quando compirà 1anno ma già oggi con lo svezzamento (siamo ancora ad un solo pasto con la merendina) e il mio ritorno a lavoro le poppate sono diminuite. Certo la tetta per lei è tutto e non prendendo ciuccio quando ci sono io la pretende!!! Spero di essere brava nello staccarla senza traumi più per me che per lei…
    Baci
    Claudia

  17. Grazie Serena!! La mia piccola ha 6 mesi e ha cominciato a mangiare di gusto le pappe. Ora anch’io ho deciso di smettere di allattare con i 7 mesi e quando gliel’ho detto al pediatra mi ha detto che dopo i 6 mesi sta a noi scegliere visto che gli studi non hanno individuato una funzione effettivamente superiore del latte materno rispetto l’artificiale dopo quel periodo. A settembre quindi riprenderò in mano la mia vita, il mio fisico e il mio benessere. Ho sempre pensato che per essere una brava mamma bisogna per prima cosa non dimenticare se stesse e la coppia e ora voglio tornare a essere tranquilla!

    1. Chiara se amiamo e rispettiamo i nostri bambini siamo tutte brave mamme! Sia che allattiamo che non. Sono gli altri che spesso cercano di farci sentire insicure. Ma le mamme siamo noi e la felicità nostra è la felicità dei bambini. In bocca al lupo

  18. Ciao Serena, io ho Gioia di 7 mesi e sua sorella Bemedetta di 4 anni. Ho inserito sia la pappa del pranzo che della sera ma non riesco a farle prendere ne’ bibe ne’ ciuccio (). Ci provo ogni giorno ma non so più cosa fare. Voglio smettere di allattare anche io per svariati motivi ma non so più che santo chiamare. Qualche consiglio su bibe? Lei lo mastica. Grazie. Sara

    1. Sara ma quando mangia non beve? Acqua dico? Io proverei mam flusso lento quello per bebé! E lascia che lo morsichi tanto se esce qualcosa almeno sente sapore!

Che ne pensi?