Quale zaino scegliere per la scuola media altrimenti detta secondaria

Non so come ma un attimo fa ero qui che scrivevo il post dedicato a come sceglier lo zaino per la prima elementare (primaria) e adesso invece sto già scrivendo quello dedicato a quale zaino scegliere per la scuola media altrimenti detta secondaria.

E la figlia in questione, incredibilmente, è sempre la stessa 🙂

zaino prima elementare

Non so voi, ma io mi sono chiesta quale fosse lo zaino migliore, perché, esattamente come 5 anni fa, l’idea è di prenderne uno che duri negli anni, e che non vada cambiato ad ogni promozione, e i dubbi sono tanti.

Quanto grande?

Quanto capiente?

Più tasche?

Strutturato?

Basico?

Colorato?

Con le ruote?

E’ vero che in pre adolescenza fa tanto la moda e si segue anche la massa, ma preferirei avere le idee chiare per poter in caso controbattere alle richieste di mia figlia.

Esattamente come 5 anni dissi a Lavinia (e poi anche a Ludo lo scorso anno quando è toccato a lei “Frozen e principesse no perché tempo due anni ti stufi e ci tocca cambiarlo” (e con il senno di poi, ho la certezza di aver fatto bene), adesso vorrei scegliere con lei qualcosa che sia fico (anzi forse dovrei dire “che le piaccia un botto“) e che le sia anche comodo, preservandole quindi la schiena.

I figli so’ pezzi ‘e core a qualsiasi età e non si smette mai di preoccuparsi che non si facciano del male…)

young people scuola pullover

Per questo qualche giorno fa ho chiesto aiuto alle mie amiche di Instagram con figli già grandicelli su quale zaino scegliere per la scuola media altrimenti detta secondariae credo di aver fatto bene, perchèìé ora so ho decisamente le idee più chiare.

Oggi condivido con voi quello che mi hanno suggerito, in modo da poter essere utile a chi di voi è nella mia stessa situazione e ha i miei stessi dubbi.

Quale zaino scegliere per la scuola media altrimenti detta secondaria

La prima informazione recepita è che la moda varia a seconda delle regioni e delle scuole, ci sono scuole dove si vede solo un certo zaino e altre dove va solo un altro. Tutto regolare …

Indicativamente però i nomi che vanno per la maggiore e che sono stati ripetuti più e più volte nei Direct del mio Instagram e che creano quindi il podio degli zaini più scelti sono: 

  1. Eastpak (in assoluto il più citato) sia il modello Pinnacle che il Provider.
  2. NorthFace Borealis che nonostante ricordi uno zaino da trekking i ragazzini adorano.
  3. Satch che è ergonomico come era Ergobaby per la scuola primaria.

Sono tutti zaini molto capienti (dai 30 ai 40 litri), con tante tasche, e spazio per raccogliere tutto il materiale scolastico (e non).

Lo zaino Eastpak PINNACLE (38 litri per 640 grammi) è stato realizzato per l’uso quotidiano. Grazie ai suoi due scomparti spaziosi puoi portare con te tutto il necessario per la giornata. Pinnacle è dotato di un organizer e di una tasca frontale spaziosa per recuperare velocemente ciò che ti serve. Lo schienale trapuntato e gli spallacci imbottiti regolabili garantiscono il massimo comfort sulle spalle mentre trasporti laptop, libri e gli oggetti di tutti i giorni.

Mi piace perché: il design unico degli spallacci sottili non solo li rende comodissimi, ma con il tempo si adattano alla forma delle spalle, così neanche ci si accorgere di portarlo.

Lo zaino Eastpak PROVIDER (33 litri per 900 grammi), caratterizzato da un design ergonomico pensato per l’uso quotidiano, vanta due scomparti principali, un organizer separato e cinghie di compressione. Estremamente resistente, questo zaino porta pc dispone di una custodia per laptop da 15 pollici e offre il massimo comfort grazie a spallacci e schienale imbottiti, oltre a un manico in gomma sagomata.

Mi piace perché il tessuto è idrorepellente, quindi il rivestimento interno e la custodia imbottita per laptop manterranno il contenuto dello zaino asciutto e protetto (quante volte hanno dimenticato aperte le borracce i vostri figli alla primaria :-D).

Cambiando poi brand arriviamo al famosissimo North Face, modello Borealis, uno zaino amatissimo dai ragazzi.

A primo acchito ricorda lo zaino da trekking e infatti è un prodotto che si rivela essere perfetto per qualsiasi occasione, eliminando la necessità di cambiare zaino quando si passa da strade sterrate all’asfalto (quindi più sfruttato per più occasioni). Con i suoi 29 litri di capienza, è abbastanza spazioso per aggiungere appunto capi da trekking, pranzo al sacco o per portare il cambio per la palestra.

Ma è ottimo anche per la scuola, ha lo spazio per i libri e una tasca dedicata per il laptop. La cintura sui fianchi e la cinghia per lo sterno offrono il massimo del comfort con carichi pesanti (ma possono essere riposte o rimosse squandoe non servono); inoltre, un pannello posteriore imbottito in air mesh e gli spallacci in schiuma, garantiscono il massimo comfort.

Mi piace perché ha oltre alla tasca portaoggetti frontale due tasche porta borraccia e uno scomparto secondario: non psi può dire di non avere abbastanza opzioni per tutti i libri.

Medaglia di bronzo nella classifica degli zaini più citati per Satch.

io non lo avevo mai sentito, ma offre sicuramente una protezione ergonomica non discutibile.

Lo zaino Satch Pack colpisce per il design alla moda e la perfetta organizzazione con 2 scomparti principali, scomparto organizer e cinghie frontali regolabili. il sistema di trasporto Satch garantisce lo spostamento del peso dalle spalle al bacino stabile.

Mi piace perché è realizzato con 25 bottiglie in PET (esclusivamente tessuti riciclati al 100%) massimo rispetto l’ambiente.

Menzione speciale per un brand che è sicuramente il più scelto per la scuola primaria e che torta anche alle medie, citato qualche volta dalle mie amiche del web, soprattutto nella versione trolley: Seven.

Seven è ormai sinonimo di zaino. Ma anche di design, di qualità, di innovazione e di legame con i ragazzi. Con oltre 40 anni di storia alle spalle, è diventato il simbolo dello stile italiano nella produzione di zaini, borse e accessori per la scuola e il tempo libero.

Il trolley di Seven (35 litri per 2 kg) ha dentro tanto spazio per metterci tutto quello che serve: i libri per la scuola ma anche il necessario per un week end fuori porta. Si può usare come zaino o come trolley, in base alle esigenze o preferenze.

(Vi ricordate l’eterno dilemma Cartella per le elementari: meglio zaino o trolley? Se pensavate che si limitasse alla scuola primaria vi sbagliate, perché alcuni lo scelgono anche per le medie!)

Mi piace perché ha spallacci imbottiti e rivestiti in tessuto e sollevati grazie al Crossover System, la barra telescopica che solleverà automaticamente gli spallacci di modo da non strisciare a terra sporcandosi e danneggiandosi.

Già perché un consiglio che mi è stato dato da diverse mamme è quello di preferire materiali facilmente lavabili e comunque tonalità scure, visto che a questa età non staranno certo attenti a dove appoggeranno lo zaino. Se si vuole quindi evitare il giro in lavatrice settimanale, occorre pensarci.

Ricapitolando quindi le caratteristiche che deve avere un buono zaino per la scuola media, sono: tasche a volontà e zip come se non ci fosse un domani, spallaci ben imbottiti (per alleggerire sulle spalle il mega peso dei libri, colori scuri e con un occhio alla moda.

Ora non vi resta che iniziare a guardarvi in giro e confrontarvi con i vostri figli!

E in bocca al lupo a tutti!

Sere-mammadalprimosguardo

PS: SE QUALCUNA DI VOI AVESSE SPUNTI E TIPS DA AGGIUNGERE, LASCIATELI NEI COMMENTI! GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.