Cartella per le elementari: meglio zaino o trolley?

Quando ho iscritto Lavinia in prima elementare, ho fatto un giro per i negozi della mia città per prendere più informazioni possibili circa la scelta della cartella perfetta.

Ne volevo una che fosse pratica, comoda e che durasse negli anni, visto che il mio scopo era quello di non cambiarglielo durante i primi cinque anni di scuola. E poi che fosse confortevole per la sua schiena visto che alla fine era lei che doveva portarla.

Perché no, non ho mai pensato di sostituirmi a lei in questo ruolo.

Sapevo che ci sarebbero state volte in cui la cartella sarebbe pesata quasi più di lei e allora sì l’avrei aiutata, ma l’idea era quella di non abituarla alle spalle di mamma, fin dall’inizio. Mi sono quindi chiesta: cartella per le elementari: meglio zaino o trolley?

Sì perchè avevo anche pensato ad un trolley, o all’opzione carrellino a parte, da usare all’evenienza, ma poi avevo optato per il semplice zaino.

E oggi vi spiego perché.

In primis nella nostra scuola c’è il ghiaino per tutto il cortile e ci saranno circa 300 metri dal cancello all’entrata vera e propria e il trolley sarebbe stato decisamente scomodo da trascinare su quel terreno. Inoltre la nostra scuola ha diverse rampe di scale e senza dubbio uno zaino con le ruote pesa da vuoto già di più di uno tradizionale e non me la sono sentita di aggiungere peso su peso.

Per quanto riguarda il carrellino a parte invece ho immaginato che sarebbe durato veramente poco (e visto come mia figlia lancia la cartella appena entrata in casa sarebbe durato poco anche il mio pavimento), perchè era comunque un accessorio da portare a scuola, poi da staccare, da portarmelo via io, e da dare magari alla nonna al pomeriggio quando va a prenderla. Insomma sicuramente non avrebbe fatto al caso nostro che oltretutto andiamo spesso a scuola in macchina.

Anzi sono più i tragitti in macchina che quelli a piedi.

Se però fossimo stata una famiglia camminatrice, o avessimo abitato in città, dove la passeggiata era preferibile all’uso della macchina, o se avessimo dovuto prendere i mezzi, probabilmente la mia scelta sarebbe stata diversa, anche se resto dell’idea che incoraggiare i bambini a praticare attività sportiva, partendo dal portare un peso adatto alla loro età, rinforzi la schiena a mantenga la tortura corretta.

Quindi se portate i vostri figli a scuola a piedi, avete parecchi minuti di strada da fare e la scuola è tutta su un piano, ok all’opzione zaino a trolley, in caso, ma se invece i vostri figli li accompagnate in macchina e la cartella poi la portate in spalla voi (o loro) meglio senza.

Come scegliere il giusto zaino?

Lo zaino deve essere ben strutturato, al punto da restare in piedi da solo quando appoggiato a terra, con cuciture idonee e adatte. Se i vostri bambini vanno alle elementari, scegliere per loro il classico zaino tanto in voga tra i ragazzini del liceo, non sarà la scelta migliore per loro, perché non hanno le cuciture a rinforzo e non restano appunto in piedi da soli, cosa alle elementari, quando ancora devono imparare a gestire libri quaderni ecc. è fondamentale, ve ne accorgerete.

Lo zaino poi deve essere della corretta dimensione. Il Consiglio superiore della Sanità dice che il carico dello zaino non deve superare il 15% del peso corporeo; non deve essere troppo piccolo perché altrimenti il materiale non ci sta (e non potete usarlo più anni), ma nemmeno troppo grande. Volume adatto 20/30 litri.

Lo zaino deve avere anche gli  spallacci ben imbottiti e rinforzati, per evitare di danneggiare spalle e schiena del bambino. Uno zaino di buona qualità deve quindi avere una struttura di sostegno rinforzata, soprattutto in corrispondenza delle spalle e del dorso; quindi spallacci e punto di contatto con la schiena imbottiti. Le imbottiture attutiscono non solo il peso, ma anche gli urti. Meglio se con inserti catarifrangenti o luci, per farsi notare anche al buio o con la nebbia (in inverno è di grande aiuto).

Per quanto riguarda lo zaino di Ludo, che a Settembre comincia la prima elementare, ci siamo fatti aiutare da PoolOver, un marchio nato nel 1994 che ha come mission quella di avere a cuore le esigenze delle persone, e garantire il canale delle cartolerie e negozi affini su tutto il territorio nazionale, e la scelta è ricaduta su Young People, un brand colorato ma senza troppi eccessi, che realizza zaini, trolley, astucci e tanti altri accessori, per tutti i gusti.

young people scuola pullover

Lo zaino Dream Young People è il perfetto connubio di resistenza comodità e colori brillanti. Realizzato in tessuto polyestere 900D (incredibilmente resistente), ha spallacci imbottiti e rivestiti in tessuto a rete traspirante con una maniglia per sollevarlo e zip rinforzate per resistere anche alle sollecitazioni più forti.

Lo zaino Dream Young People presenta 3 sezioni per mantenere ordinati gli oggetti scolastici. La prima destinata a libri e quaderni più ampia e spaziosa quella centrale per gli accessori come astuccio o rotolo mentre la più piccola è attrezzata per contenere anche piccoli oggetti.

Con una capacita’ di 28 litri, dimensioni 31x43x21cm e luci intermittenti, ha tutte le caratteristiche che cercavo.

E se avete scelto l’opzione trolley sappiate che lo stesso zaino esiste anche nella versione con le ruote.

Tutti gli zaini PoolOver sono capienti, resistenti e con grafiche molto colorate. Si trovano nelle migliori cartolerie d’Italia, se guardate sul loro sito trovate un rimando a “Trova il tuo punto vendita più vicino”. 

pullover_zaini

Inoltre coordinati allo zaino abbiamo scelto gli astucci come richiesti dalla scuola, con tre comparti, già provvisti del materiale scolastico indispensabile per le elementari, come pastelli Tinta Unita, forbici, gomme, matite e tanto altro.

In particolare l’astuccio One Time, innovativo astuccio brevettato da PoolOver, racchiude il contenuto di un normale astuccio 3 zip in un guscio con una sola ZIP. Questo permette al bambino di avere tutto a portata di mano senza dover aprire e chiudere le varie zip a seconda delle necessità.

L’esterno dell’astuccio è in foam termoformato in 3D che può essere facilmente igienizzato; i gusci hanno delle reti interne per contenere piccoli oggetti.

Il riempimento è costituito da 18 pastelli Tinta Unita dai colori super brillanti con una robustissima mina da 4mm ideale per i nostri piccoli artisti, 18 pennarelli Tinta Unita sottili due penne cancellabili blu/rossa Ghost e il necessario per il disegno di precisione.

Gli altri astucci a tre zip contengono invece 18 Pastelli Colorati Tinta Unita, 18 Pennarelli Tinta Unita, 1 Penna cancellabile Gel Blu, 1 Penna Cancellabile Gel Rossa, 1 gomma, 1 temperino, 1 Matita HB, 1 forbice in metallo con maniglie in plastica, 1 righello trasparente.

Sempre da Pullover trovate anche una vasta gamma di accessori extra scolastici, io per esempio per Lavinia ho scelto un set di Tu Crystal Tinta Unita composto da una sacca, una trousse, una bustina e che Lavinia usa per andare a scuola di danza.

Tessuto liscio e lucido con effetto raso. Logo in rilievo e con strass.

I vostri figli che cartella hanno scelto? Avete esperienze con trolley/carrellini/zaini?

Sere-mammadalprimosguardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.