Tamaro Park: proprio per tutti.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Come sapete a noi piace viaggiare. Poco importa se si tratta di un semplice week end fuori porta, di una semplice trasferta dai nonni a Firenze (e dici niente?) o delle vacanze più lunghe. Scoprire nuovi posti, raggiungere mete diverse è per noi un’ottima occasione per stare insieme.

Nonostante io e Giacomo stiamo insieme da soli sei anni di posti ne abbiamo visti tanti. Con Lavinia treenne abbiamo attraversato la Puglia a tappe, poi è stata la volta del Veneto, la scorsa estate con il pancione siamo stati a visitare le Marche, a Gennaio in montagna. Insomma, fermi non ci sappiamo stare. Soprattutto se pensate che settimanalmente pendoliamo per amore. 😀

Anche se abbiamo solo una giornata a disposizione ci piace scoprire posti nuovi, tenendo però in considerazione il fattore più importante: le nostre bambine. Non siamo più una coppia libera e senza impegni (e a guardar bene quella giovane coppia ha fatto solo un paio di vacanze tranquille, prima di diventare genitori), adesso quando decidiamo le nostre mete dobbiamo tenere conto anche delle bambine, della fattibilità del viaggio e del loro ipotetico interesse. La Ludo per ora è piccola e molto gestibile, basta il passeggino e andiamo ovunque, ma come fare perché Lavinia abbia voglia di scoprire il mondo senza annoiarla? La risposta è semplice: inserendo nelle nostre trasferte giornate e tappe di tutto divertimento. Come potremo fare a breve quando finalmente visiteremo il Tamaro Park.

Il Tamaro Park, a 50 minuti da Milano, nel Canton Ticino, accontenta proprio tutti: c’è la montagna, l’acqua, la spa e il wellness, attività all’aperto e al coperto, adrenalina e relax.

area-bambini

VASCA-SALINA---ESTATEGrazie ad una telecabina si arriva fino all’Alpe Foppa a 1530 m. di altitudine dove si possono trovare una Chiesa (Santa Maria degli Angeli), un parco giochi per bambini, una slittovia lunga 800 metri con cui raggiungere i 50 km/h e la tirolese più lunga della Svizzera, un volo di ben 440 metri! Non mancano un ristorante (Alpe Foppa) dove gustare cucina tradizionale Ticinese e la possibilità di fare numerose attività a contatto con la natura.
IMG_3811slittovia-orizz-con-nuovo-logo

Inoltre alla stazione intermedia della telecabina i più coraggiosi possono provare emozionanti attività come un percorso acrobatico sospeso su magnifici faggi secolari (il Parco Avventura sugli alberi), un salto adrenalinico da 15 metri (Tamaro Dumping), la pista Downhill, due piste nere ottime per migliorare la tecnica e allenarsi, indossando sempre il casco integrale!

cabina

Infine per chi ama passeggiare in montagna il Monte Tamaro è l’ideale: da qui parte la traversata Tamaro-Lema (durata circa 4 ore e mezza), una delle escursioni più belle delle Prealpi, a cavallo fra Ticino e Italia, con vista spettacolare su Lago Maggiore, Centovalli, Valle Maggia, Val Verzasca, Locarno e Bellinzona a nord, a sud lo sguardo si apre su Lugano, le sue valli e il lago, mentre sullo sfondo svettano il Monte Rosa e il Cervino. Ecco per questo tipo di escursione magari aspettiamo qualche anno. Ma per tutti i giochi sull’acqua o per provare finalmente la telecabina (se vi ricordate avremmo voluto andarci a gennaio ma la Ludo era troppo piccola per affrontare una simile prova) non vediamo l’ora che sia abbastanza grande per andarci!

Chi di voi ci è stato?

Sere-mammadalprimosguardo

Buzzoole

Che ne pensi?