L’amore ai tempi del secondo figlio.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Da quando sono mamma ho conosciuto tantissime donne, mamme, grazie soprattutto alla rete. Molte di loro sono diventate amiche con il tempo. E molte di loro hanno avuto un secondo figlio prima di me.
Se c’è una cosa che ho spesso sentito dire dalle mie amiche già mamme di femmine e nuovamente mamme di secondo figlio ma questa volta maschio, è che il figlio maschio ti ruba il cuore. A quanto pare, da come mi raccontavano, era un amore tutto diverso. Dovuto, secondo loro, al fatto che si trattasse di un maschietto.
Io come sapete ho due femmine. Nonostante i racconti delle amiche con la coppia ho sempre sperato fosse femmina anche la seconda. E a dire la verità, avendo scoperto il suo sesso a 12 settimane, non ho mai nemmeno accarezzato l’idea fosse maschio. Ma ho gioito alla conferma del fiocco rosa.
E adesso che Ludovica è con me in carne ed ossa pur non potendo confermare o smentire la teoria del rapimento del cuore del figlio maschio, posso dire che secondo me non è tanto il sesso che fa la differenza, quanto piuttosto l’ordine di apparizione.
Amo immensamente Lavinia, sarà per sempre la mia prima figlia, sarà per sempre la cavia con la quale ho imparato e sperimentato il mestiere di mamma. Ci sono cose che abbiamo fatto io e Lavinia da sole, insieme, che resteranno per sempre solo nostre. Lavinia sarà per sempre la figlia della prima volta: il primo parto, la prima volta che mi sono sentita chiamare mamma, la prima volta che ho gioito davanti al suo alzarsi in piedi o alla prima popò nel vasino. Il primo inserimento al nido, le prime grandi preoccupazioni per la sua salute. Le prime ore di sonno perse, le prime ansie.

Lei è e sarà sempre tutto questo. 

Ma Ludovica è un’altra cosa. Forse proprio quello che intendevano le mie amiche parlando dei loro secondogeniti maschi.

Ludovica è ossigeno. Ludovica mi permette di dormire, di scrivere sul blog, di guardare la tv, di respirare. Ludovica non piange se non in rare occasioni, viene con me ovunque senza lamentarsi. Subisce gli orari della sorella e le sue coccole spesso “invadenti” senza battere ciglio. Ludovica tace (e non è poco per le mie orecchie devastate dalla quattrenne) e mi guarda rapita e senza pretese.


Ludovica è la figlia della serenità. L’ho già raccontato nel post dei nostri primi 40 giorni quanto sia più facile, dal mio punto di vista, crescere un secondo figlio, e a distanza di un mese non posso che confermarlo.
Più serena e tranquilla io, più pacifica lei. Meno ansie, aspettative o tensioni. Solo un amore grande e smisurato verso una creatura che mentre piagnucola per la fame o il cambio pannolino, è capace di spalancare la bocca in un grande sorriso.
Io non lo so cosa voglia dire essere mamma di un figlio maschio, ma so quanto è grande l’amore che si prova verso la seconda figlia femmina. Un amore più consapevole che riempie il cuore. E che spesso fa sentire in colpa verso la prima, che ha avuto tanti primati, ma che non può avere questo. Quello della consapevolezza.


Quindi per tutte quelle mamme che si chiedono se saranno in grado di amare il secondo figlio quanto il primo, io rispondo senza esitazioni: anche di più, perché sarà un amore diverso. Più semplice, più completo.


Lo vedrete
.
Sere-mamma-dal-primo-sguardo

33 commenti su “L’amore ai tempi del secondo figlio.

  1. Tutto vero! Non è il sesso che fa la differenza ma il nostro essere consapevoli e preparate. E con il terzo, maschio o femmina che sia, è ancora più “facile” e te lo dice una che ha il primo figlio di sei anni, il secondo di 29 mesi e la terza di nove mesi! Non è che una non sia stanca o non abbia le orecchie che sanguinano con tre nani che urlano, corrono, si menano (!!!), ridono, parlano in continuazione ( dannato tasto dello standby dove sei?!?!) ma è che è più semplice, più take it easy..
    Pure il non dormire è più gestibile però questa notte abbiamo ricevuto un regalo fantastico: Cloe ha mangiato alle nove e mezza e fino alle sette ha dormitoooooooo e nessuno degli altri due si è fatto vivo…. Posso dire??? Son commossa!!!!

    1. Certo che puoi anzi DEVI! Brava Cloe, bravi i fratelli ed evviva mamma!!!!:-))))

  2. Mamma di due figli maschi immensamente innamorata di entrambi,il primo è stato tutte le prime volte,le prime ansie e le prime paure come dicevi tu il secondo è amore sereno meno complicato e meno ansioso!
    Certo quando vedo le tue baby oche mi chiedo come sarebbe stato ma alla fine non esiste altro amore così grande che siano i figli maschi o femmine!!!
    Un super bacio super mamma!!!

  3. Il sesso non conta. Io ho avuto prima il maschietto e poi la femminuccia e li amo entrambi infinitamente. Sono diversi, questo sì. E anch’io sono diversa. Come dici giustamente tu più consapevole ma anche più pronta. La seconda volta hai meno sorprese ma più certezze.
    Baci alle tue bimbe belle

  4. Che bello questo post. Quando e se (lo spero!) arriverà un secondo bimbo/a, ti saprò dire. Io per ora sono follemente innamorata di mio figlio e i miei principali timori (di primogenita), ora che accarezzo l’idea di bissare, sono proprio legati al “ma il secondo lo amerò mai così?” “riuscirà il mio cuore a fare posto a un altro frugoletto/a”? Che dire, chi vivrà vedrà…ora però ho qualche timore in meno! 🙂
    Un abbraccio a te e alle bimbe
    Irene

    1. Ire non accarezzare l’idea…mordila! Vedrai che non te ne pentirai! In bocca al lupo. Un bacione

  5. Parole più belle e dolci non potevi usare sere! Io ho solo 1 bambina di un anno e 3 mesi e se un domani dovessi avere un altro figlio spero tanto di mettere al mondo un bella Seconda Bambina!!E’ sono sicura che l amerò come la prima!Come dici te….

  6. …Condivido pienamente(pur avendo 2 maschi) ..!!credo infatti che non sia il sesso a fare la differenza.. Ma il numero..!!(chissà con il 3 che “sciallo”)!! Baciiiii

  7. Io due maschi…non saprei dirti…però anche io mi chiedevo se avrei amato il secondo quanto il primo…e quando ce l’hai te ne rendi conto 😉 altrochè se è possibile!! Magari può non succedere subito subito…io non mi sono coccolata tanto il pancione e relazionata attraverso quello..ma dopo la nascita sì pian piano ci siamo conosciuti e voluti bene 😀

    1. Il pancione in effetti non me lo
      Sono coccolata quanto la prima volta. Anzi a volte mi rendevo conto che non ci parlavo mai…forse perché c’era Lavinia da gestire o forse perché non riuscivo più a sopportare il peso di quella pancia in questa estate così calda ma il pancione è stato emarginato!;-) però la Ludo… Non so da quando l’ho vista l’ho amata alla follia❤️

      1. 😀 sì anche per me era quello il motivo….non avere lo stesso tempo di prima da dedicare ‘attenzioni’ e ascolto al pancione.

  8. Grazie per questo tuo post. Grazie di vero cuore. In balia di una grande voglia di avere un secondo bambino anche se avere la prima non è stato affatto semplice ma stradesiderato, bloccata dalla paura razionale del mio lui e lanciata verso il futuro dalla mia irrazionale passionalità… Sono proprio felice di averti incontrata. Se vuoi passa a trovarmi su http://www.follementefoll.blogspot.com l’ultimo (antico) post parla proprio della mia esperienza di maternità iniziale. Grazie

  9. hai raccolto nelle tue parole tutte le sensazioni che ho provato io… alla lettera! io ho un maschio, ma sono sicura che dipende dal Secondo… non dal sesso! Mamme per due volte… è un regalo meraviglioso! Diventa bello tutto, anche l’alzarsi la notte… perchè sai che quel sacrificio durerà così poco che poi quasi lo rimpiangerai!

    1. È proprio così, la notte non è più spaventosa come la prima volta…anzi è un momento solo nostro ❤️

  10. Io ho due maschietti… e la penso proprio come te, non avrei potuto scrivere nulla di diverso.

  11. Mi hai commossa, ho partorito ieri il mio secondo figlio, maschio, mentre la prima è una femmina. E le tue parole sono state una carezza per l’anima piena di ormoni e di incertezze. Grazie

  12. Ho riletto il tuo post stamattina. Nel frattempo il 31/12 e’ nata la mia seconda bimba…Gioia. Benedetta ha tre anni e mezzo. Mi sono ri-emozionata tantissimo per quello che hai scritto…..complimenti!!! Hai colto l’essenza del secondo figlio!!! Buona giornata ✌

    1. Grazie Sara! E congratulazioni per la tua secondogenita! Sarà sicuramente una meraviglia

  13. Ciao Anke condivido la tua tua idea…..e mi è piaciuto molto il commento di Elisa….anke io come lei ho tre bimbi vicini…..il primo è il primo ansia paura di nn farcela…..ma ogni giorno una meraviglia nel vedere come cresceva…..la seconda femmina….a volte è una piccola te…..e fa un po impressione!…..però ci il rapporto è femmina-femmina….ansie un po diverse un po uguali……il terzo maschio come il primo ……ma con tutta l’esperienza….si va via lisci!…..comunque ogni figlio è speciale e lo si ama proprio x le sue caratteristiche ke ha e x le esperienze ke si sono vissute….mi sono un po’ dilungata..scusa ciao tutte!

  14. Condivido a pieno, io precisamente ho avuto prima il maschio e poi la femmina, sono convinta non sia il sesso che fa la differenza. Gabriele è colui che mi ha fatto diventare mamma, siamo cresciuti insieme, io come mamma, lui come bimbo, primo figlio.
    Abbiamo scoperto tutto insieme e per 2 anni è stato il mio unico figlio. Francesca è colei che mi ha trasformata in una mamma diversa, con la consapevolezza di essere giá mamma godo della sua pazienza e felicitá. Essendo seconda fin da subito è stata capace di condividere i suoi spazi di figlia.
    Con Gabriele scopro cose nuove con Francesca le rivivo in modo diverso.
    Sono insostituibili. E sono contenta di non essere rimasta mamma di un figlio unico.

Che ne pensi?