I bambini e la bicicletta: amore a prima vista?

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Nell’immaginario comune è evidente che quando si pensa alla bicicletta e ai bambini si dia per scontato che sia amore a prima vista.

Vuoi che un bambino che ha imparato a camminare non impari con la stessa naturalezza a pedalare?

No. Appunto.

Dico questo perché ieri ho pubblicato una foto di Lavinia che alla veneranda età di sei anni ha finalmente imparato ad andare in bicicletta e oltretutto senza rotelle.

E le due cose vanno distinte.

Perché a casa nostra non si trattava solo di non essere ancora capaci di restare in equilibrio senza rotelle, era proprio un problema di pedalata.

A Lavinia è stata regalata la prima bicicletta all’età di tre anni.

Una di Minnie, perfetta per iniziare. Pensavamo.

bicicletta rotelle

 

Perché Lavinia ci saliva e poi stava ferma, provava a muovere la gamba ma non riusciva. Siamo andati avanti così un annetto, pensando fosse troppo piccola lei, troppo pigra, o anche dando la colpa alla bicicletta, forse non adatta.

Poi dopo aver chiesto consulto a mio cuggggggino, che di biciclette se ne intende da generazioni, avevamo scoperto che le ruote erano mal collegate ai pedali quindi la bambina faceva una fatica assurda, senza averne colpa. Bastava regolarla.

Tanto che a quel punto, verso i 4 e mezzo, Lavinia ha iniziato a capire come pedalare, ma sempre senza esserne mai troppo convinta.

bicicletta rotelle

Questa estate ha iniziato finalmente a divertirsi con la bicicletta, il problema però a questo punto era che in primis la bicicletta cominciava a essere piccola, e poi che lei voleva togliere le rotelle, perché era grande. Ma nonostante Giacomo gliele avesse tolte, non c’era verso.

Non aveva equilibrio.

La cosa strana però era che Lavinia sull’overboard va come una scheggia, dopo solo tre cadute e sull’overboard se non hai equilibrio non ti muovi.

giocare con overboard

Come era quindi possibile?

Abbiamo quindi pensato che la bici fosse davvero troppo piccola per lei e che non riuscisse a stare in equilibrio perché non riusciva a prendere velocità per via della misura.

Al compleanno dei sei quindi Lavinia ha ricevuto dagli zii una bicicletta da grande, senza pedali, fascia di età 6/8, nera con inserti fucsia.

Ieri, dopo solo tre uscite con papà è partita.

togliere le rotelle

Quando ho pubblicato la foto molte mamme mi hanno detto che si sentivano rincuorate dal vedere Lavinia e dal sapere che anche per lei non era stato amore prima vista. Appunto perché evidentemente ci aspettiamo che i bambini a due anni salgano sulla bicicletta e diventino tutti dei Fausto Coppi.

Anche no.

Innanzitutto la bicicletta non deve piacere per  forza a tutti. Per esempio io la odio 🙂

E poi perché ogni bambino ha i suoi tempi.

togliere le rotelle

Ci sono bambini di un anno e mezzo che sfrecciano con le biciclette senza pedali che adesso sono tanto in voga, altri che a sei ancora non hanno capito come usarla.

Tutto normale. Prima o poi imparano, senza ansia e senza fretta.

Poi certo forse se i papà sono appassionati (dico papà solo perché io appunto odio la bici e perché con la pazienza che ho fosse stato per me saremmo passate direttamente al motorino) e hanno la pazienza di insegnare, magari questo momento arriva prima. Noi onestamente non siamo da bicicletta come detto, quindi non veniva nemmeno naturale passare i pomeriggi in cortile ad insegnarle a pedalare. E quando usciamo per una pedalata, ce le carichiamo entrambe sulle nostre biciclette, quindi non abbiamo davvero insistito.

Ma ripeto arriva un momento in cui lo chiedono, e vanno. Basta un po’ di incoraggiamento e via.

togliere le rotelle

Adesso stiamo a vedere come andranno le cose per Ludo.

Per lei abbiamo pensato di prendere la bici senza pedali, per vedere se a differenza della sorella ne sarà attratta prima e imparerà a stare in equilibrio senza troppa fatica.

O se davvero è questione di genetica, a casa nostra.

bici senza pedali chiccobici senza pedali chiccochicco

Stiamo a vedere.

Sere-mammadalprimosguardo

6 commenti su “I bambini e la bicicletta: amore a prima vista?

  1. AURORA si è innamorata della bici (ricevuta per i 3 anni) quest’estate..prima non c’era verso.. Dicevano fosse pigra ma lei tutto é tranne che pigra.. Solo non le interessava.. Adesso è una scheggia e chiede di togliere le rotelle..

  2. Dalla nostra esperienza, ho capito che deve venire da loro la voglia di provare. E per quanto riguarda la pedalata giusta…devo dire che un’amica mi ha suggerito di alzare la sella a Margherita: e` riuscita a pedalare meglio e da li` abbiamo tolto le rotelle in un battibaleno. E ora siamo passati alla bici piu` grande. Ma ripeto: solo perche` lei davvero aveva voglia di provarci. E poi ogni bimbo ha i suoi tempi e giustamente i suoi interessi! Ed e` bello cosi`!

    1. Certo perché se non riescono a fare la pedalata, quindi il sellino più alto aiuta! E comunque si ogni bambino ha i suoi tempi

  3. Francesco è uno spericolato da sempre (già nel girello), Sapeva andare in monopattino, sullo skateboard ma bicicletta niente. Dal triciclo è passato alla bici senza rotelle che ha scoperto questa primavera ed è andato come una scheggia. Dopo l’infortunio al polso solo domenica scorsa è tornato in sella ed è andato senza problemi. Ho dedotto che non fosse particolarmente interessato fino a quando non gli è tornata in mente 15 giorni fa.

Che ne pensi?