Attenzione: trio Stokke in vendita!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Quando aspetti il primo figlio una delle scelte più difficili si rivela senza dubbio quella del passeggino. Alla fine sarà il mezzo di trasporto di tuo figlio per i prossimi tre anni per cui devi pensarci bene.

Pensarci e ripensarci.

Andare a vederlo, testarlo, provarlo.

Pensarci ancora.

E ripensarci.
Come ho raccontato in questo post noi abbiamo scelto per Lavinia lo Stokke.180205_xplory_purple_7_

Eravamo indecisi tra Stokke e Bugaboo ma alla fine l’altezza del primo ha prevalso. Certo, con la vita fatta nel primo anno di vita di Lavinia (appartamento in centro a Firenze, al terzo piano senza ascensore né garage) non si è rivelato essere molto comodo come gestione: esci, porta giù le ruote, torna su, prendi ovetto/navicella, esci. Passeggia. Rientra. Sali, porta su ovetto/navicella/Lavinia, riscendi, prendi ruote, risali.
Ecco come sono rientrata subito nei miei jeans.
Ad ogni modo per tutto il resto, per stabilità e comodità, per lavita a Borgo, soprattutto quando all’anno siamo passati alla versione passeggino niente da dire. A maggior ragione quando eravamo fuori a cena o ape o a spasso. Alto, versatile e inutile qualsiasi seggiolone (che molti ristoranti non hanno).
Per questo quando Lavinia è poi passata all’ultraleggero e mi hanno chiesto di venderlo ho detto no. Perché in caso di secondo figlio mi sarebbe tornato comodo.
Credevo.
Invece il secondo figlio cambia tutto.
Innanzitutto usciamo spesso in fascia. Più pratica per le commissioni veloci. Poi questa volta non saremo a Firenze fisse ma pendoleremo e dovendo prendere due treni per raggiungere papà, grazie alle barriere architettoniche che si trovano nelle metro e nelle stazioni milanesi (non ci sono ascensori per tutti i binari e le mie coincidenze cadono sempre sui binari peggiori) muoversi con lo Stokke da sola con Lavinia e Ludovica è impossibile.
Per questo abbiamo scelto un nuovo passeggino che fa da ovetto in auto e ha le ruote incorporate. Tutto in uno. Il Doona è assolutamente il passeggino fatto apposta per me in versione 0/13 kg. Poi continueremo con il nostro amato yo-yo della Babyzen.

Quindi è ora di fare spazio in garage e sfrattiamo lo Stokke. Che per un primo figlio è il top. Soprattutto se sei in città e usi poco la macchina. Perché massiccio, non ad altezza scarico auto, fronte mamma e fronte strada. Qualità norvegese e prezzo (nel nostro caso) convenientissimo. Considerando che vendo:

-Ruote

-Navicella

-Ovetto

-Passeggino

-Sacco invernale

-Kit invernale con il pelo

-Porta bevande

-Borsa accessori (per base)

-Borsa cambio per mamma.

34+2trio (480x640)IMG_2271 (478x640)Stokke_Xplory_Changing_Bag_Purple_A_SS_1timthumb5340a196-174e-49eb-b4e3-a659d4627207

Usato poi da Lavinia per un anno e questo dà valore aggiunto!;-)

Ludovica invece testerà il Doona. Perché mamma ha scelto di fare la pendolare, ha due mani, una quattrenne, una borsa e spesso una valigia al seguito.
Sere-mamma-dal-primo-sguardo

4 commenti su “Attenzione: trio Stokke in vendita!

  1. Ciao! Di stokke noi abbiamo preso l’ovetto x Cloe perché il “vecchio” peg perego non ci stava con gli altri due seggiolini!!! E dire che non abbiamo una macchina piccola…! Noi ci siamo trovati bene e volevamo quasi prendere le ruote ma visto il prezzo abbiamo desisto, anche perché come te, spessissimo la nana sta in fascia!
    Se qno è interessato potrebbe davvero approfittarne perché il prodotto è di grande qualità. Per noi lo stokke completo è rimasto un “sogno nel cassetto” e, col senno di poi, se l’avessimo preso da subito con Edo l’avremmo sfruttato tanto e invece abbiam preso un trio che ho odiato e innumerevoli altri passeggini fino ad arrivare al Britax (comprato durante una vacanza in Austria) e ad un gemellare fighissimo ( ruote enormi ed una manovrabilità senza paragoni) preso in un negozio di seconda mano…
    Se faccio il conto dei soldi spesi nei vari acquisti lo stokke ci costava meno!!!

    1. In effetti sì;-) ma a priori è difficile anche sapere e prevedere tante cose…ma va beh facciamo girare l’economia! (Anche austriaca!:-D) bacione

      1. L’abbiamo preso in Austria perché il nostro ci ha abbandonato: ha perso una ruota per strada! Non ti dico come ci siamo rimasti…! E siccome eravamo a metà vacanza siam corsi ai ripari, restando soddisfatti dell’acquisto.
        …. In realtà non è vero nulla: siam fissati… Il prossimo passeggino lo compreremo in Svezia! Hahahaha!!!!

Che ne pensi?