Oasi Zegna: da area montana isolata a oasi naturalistica

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Girovaghi. Sempre in movimento. Viaggiatori. Mai domi.
Questo siamo noi famiglia Grilli.

Nonostante già la vita abbia messo 400 km tra di noi e viaggi settimanali su e giù per l’Italia per poterci ricongiungere, anche quando siamo insieme non stiamo mai fermi.

Forse la vita da pendolari è un dono, più che una croce. Forse è un modo come un altro per sfogare questa nostra fame di viaggiare.

Nemmeno il tempo riesce a fermarci. Nemmeno il freddo. Come successo sabato scorso quando, nonostante la pioggia e i sei gradi abbiamo raggiunto l’Oasi Zegna.

L’Oasi Zegna è un’area montana protetta che si estende per circa 100 km, in Piemonte, tra Trivero e la Valle del Cervo, nel Biellese.

Nata nel 1993 come sviluppo naturale del pensiero verde di Ermenegildo Zegna, imprenditore filantropo che a partire dagli anni ’30 realizzò un’importante opera di valorizzazione sociale e ambientale sulle montagne di Trivero (Biella), tutt’oggi sede del Lanificio Ermenegildo Zegna.

Sicuramente con il sole e con il caldo le attività da fare sono tantissime: passeggiate a piedi per il bosco del Sorriso, percorso esperienza adatto a tutti, percorribile a piedi, ma anche con gli ski, corse sfrenate in bicicletta, pic nic all’aperto assaggiando formaggi locali e perché no, un giro in seggiovia per raggiungere la cima più alta. E anche running in montagna, escursionismo, nordic walking, equitazione, forest bathing (antica pratica salutista), alianti, parapendio e il rolbarun, una divertente corsa con gli slittino, attraverso 10 tornanti per una lunghezza complessiva di 650 metri.

Oasi Zegna bosco del sorriso

Allo stesso modo, in inverno, è possibile portare i bambini per imparare a sciare grazie a un impianto sciistico dotato appunto di seggiovia, ma anche di tapis rollante di risalita e di un baby park con tanti giochi per i bambini meno interessati allo sci, e ancora il rolbarun. Ma anche scuole di sci, sci in notturna, escursioni con le ciaspole, pattinaggio sul ghiaccio e wellness

Sabato siamo partiti da Biella e siamo saliti verso l’Oasi passando per quella che è la Panoramica Zegna.

Sessantacinque km di strada (tutta curve!) nel verde e in altezza. Come detto, il tempo era brutto ma vi assicuro che lo scenario era davvero particolare. Anzi proprio grazie alle nuvole quando siamo arrivati alla zona pic nic lo spettacolo che ci siamo trovati dinanzi era davvero suggestivo.

Oasi Zegna bosco del sorriso

La particolarità dell’Oasi Zegna è che è stata voluta dalla famiglia Zegna, cognome molto conosciuto nel campo della moda, per il lanificio di famiglia, che ha voluto far risorgere e sfruttare un territorio che altrimenti sarebbe andato sprecato.

Invece grazie all’impegno finanziario e non della famiglia e di tutte le famiglie locali che sono state coinvolte generazione dopo generazione nella rinascita dell’Oasi, ora ci si trova di fronte ad un percorso davvero mozzafiato. Da area montana isolata a Oasi naturalistica.

Oasi Zegna bosco del sorriso

Oggi l’Oasi Zegna, unico luogo in Italia patrocinato dal FAI, Fondo Ambiente Italiano, è un laboratorio all’aria aperta, luogo ideale per famiglie, bambini e sportivi per praticare tutto l’anno attività a contatto con la natura, nel pieno rispetto degli ecosistemi. Da luogo naturale a parco protetto capace di offrire ai visitatori un’esperienza didattica ed emozionale inaspettata e gratuita.

Tre i percorsi di cui si compone, ciascuno con particolari caratteristiche ambientali.

La via dei rododendri è un’esplosione di fiori (rododendri e ortensie tra maggio e giugno) e di vegetazione variegata sulle pendici della montagna.

La via delle bocchette  è la zona più alta più selvaggia e incontaminata dell’Oasi Zegna.

La via della sienite è invece la parte bassa, che si affaccia sul Torrente Cervo, caratterizzata dalla sienite, roccia magmatica formatasi oltre 30 milioni di anni fa lavorata tutt’oggi dagli artigiani locali con i loro scalpellini.

Per gli appassionati di bicicletta, percorsi enduro in mountain bike, con diversi gradi di difficoltà, per tutte le esigenze di tempo e di distanza.

Purtroppo per colpa della pioggia non abbiamo potuto fare molte delle attività che volevamo fare ma contiamo di ritornarci presto.

Dopo pranzo, consumato in un agriturismo a Km Zero, l’Oro di Berta,  una cucina caratterizzata dai piatti tipici della tradizione piemontese, grazie ai prodotti dell’ azienda agricola, con cui vengono preparati manicaretti dal sapore di una volta, abbiamo però approfittato del brutto tempo per andare a casa Zegna, un edificio che ospita mostre tutto l’anno, per imparare qualcosa.

laboratori bambini pelomostra casa zegna

Mentre le ragazze erano interessate con altri bambini in attività colorate e divertenti, tra le quali “PER UN PELO”laboratorio didattico consigliato per bambini dai 4 ai 7 anni, noi grandi abbiamo ascoltato incuriosite la storia della famiglia Zegna, scoprendo così informazioni importanti sul processo di lavorazione della lana.
Sapete da quante mani viene toccata la lana nel passaggio da tosatura sulla pecora a confezionamento finale?

mostra casa zegna

Dall’Austalia, fino all’ultima cucitura dell’abito finito in casa Zegna sono circa 500 le persone che toccano il capo.

Incredibile vero?

mostra casa zegna
Il tutto nel rispetto dell’animale che non viene ucciso per creare un capo di abbigliamento ma semplicemente alleggerito di un peso che a lui affligge e a noi manca.

Uno scambio reciproco quindi tra l’animale accaldato e l’uomo infreddolito.

mostra casa zegnamostra casa zegna

mostra casa zegna
Abbiamo anche approfittato dell’occasione per vedere una mostra a cura di Maria Luisa Frisa, la quale, l’intento di porre in primo piano la qualità e la varietà delle lane e dei tessuti naturali Zegna, ha messo in piedi una mostra visiva ma anche tattile, dove attraverso immagini, testi, mappe, appese lungo il perimetro della stanza, si potevano ottenere informazioni curiose ed importanti, mentre al centro della sala animali stilizzatti a ricreare uno zoo colorato e giocoso, capace di attirare grandi e piccini.

laboratori bambini pelomostra casa zegnamostra casa zegnamostra casa zegnamostra casa zegnamostra casa zegnamostra casa zegna

Tutte le info sulla mostra e i laboratori direttamente sul sito di Casa Zegna.

 

laboratori bambini Casa Zegna

Sere-mammadalprimosguardo

10 commenti su “Oasi Zegna: da area montana isolata a oasi naturalistica

  1. Il commento di prima l’ho fatto con un account vecchissimo di un progetto vecchio! Scusami ogni tanto mi torna automaticamente a quello! Comunque mi hai fatto venire davvero voglia di andarci! 😀

Che ne pensi?