Ma non stavamo meglio al mare?

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Quando eravamo a Formentera mi avete fatto una marea di complimenti per la mia stoicità nell’essere sull’isola da sola con le bambine:

 

 

 

ma come fai, ma sei coraggiosa, ma che brava.

 

La verità è che in confronto a stare a casa era una passeggiata. Per quanto passeggiata sia un eufemismo.

L’ho scritto e lo ribadisco che era stancante soprattutto perché le braccia e gli occhi erano sempre due mentre ne sarebbero serviti una manciata in più. Ma ora che sono a casa, dopo una settimana di vita da casalinga, posso dire di essere ufficialmente distrutta.

La settimana che si sta concludendo vede Ludovica inappetente. Bocca serrata e faccia girata ad ogni cucchiaio di pastina o pastone che le propongo. Però se le do latte, yogurt o gelato mangia. Ora a primo acchito verrebbe da pensare che non voglia cose calde, ma se vi dico che serra la bocca ancora prima di assaggiare il contenuto del piatto, che mi rispondete?

ludovicaInizialmente ho pensato stesse per spuntare un dente, ma no non ha gengive gonfie. Allora è sicuramente il caldo perché al mare nonostante le pappe dal gusto diverso mangiavamo come sempre come maialini. Però il caldo è appena iniziato, penseremo mica di fare così tutto luglio e tutto agosto? Ed io che ero convinta di aver scampato con la Ludo la fase rifiuti cibo che con Lavinia conosco con troppo bene. Rieccoci.

Inoltre se non bastasse lo stress che provoca una pappa rifiutata in una madre, ci possiamo aggiungere anche i risvegli notturni. Anche in questo caso al mare con aria condizionata fissa dormivamo come da abitudine facendo una tirata unica. E anche in questo caso pensavo che i risvegli a cui Lavinia mi aveva sfortunatamente abituata fossero solo un lontano ricordo. E invece ci risiamo. Sicuramente il caldo è il colpevole perché con l’aria condizionata dorme meglio ma avendo il condizionatore proprio in camera mia vorrei evitare di lasciarlo acceso tutta la notte. Quindi? Vado in giardino?

lullalove mussola

Poi abbiamo imparato ad alzarci e ad urlare quindi siamo diventate molto più impegnative di come eravamo prima di partire. Non sarà che l’isola mi trasforma le figlie? Mi sta venendo il dubbio. Perché anche Lavinia quattro anni fa fino a prima della partenza era in un modo… E poi ha iniziato a svegliarsi e a non mangiare. Aiuto... No meglio non pensarci, non posso tirarmela.

Ovviamente le mie giornate sono completate da Lavinia e dai suoi continui capricci e costanti no. Dai risvegli notturni in cui sbarra gli occhi piange ma che al mattino non ricorda e dal suo continuo chiacchierare. Non che a Formentera non facesse sceneggiate o conoscesse il significato della parola silenzio, ma almeno tra spiaggia, amici e movimento si perdeva via.

tahiti beach formentera
In conclusione, al mare era davvero una passeggiata rispetto al ritorno alla vita di tutti i giorni. Fortuna che oggi andiamo da papà. Magari il nuovo cambiamento d’aria, le sistema!;-)



Sere-mammadalprimosguardo

5 commenti su “Ma non stavamo meglio al mare?

  1. Sicuramente sarà il caldo! Anche mia figlia che finalmente aveva iniziato a mangiare come si deve sarà una settimana che non ne vuole sapere.. Va avanti a prosciutto, ricotta e verdura (esclusivamente fredda), in più la notte anche lei si lagna, si gira e si rigira finché non trova la posizione giusta.. Ci vuole pazienza!!!!

  2. Se ti può consolare mio figlio al mare, dove faceva un caldo boia, non ha mangiato niente di niente per 12 giorni. Con tutto il ben di dio che il buffet dell’albergo offriva, lui si accontentava di un paio di grissini a pasto. E basta.
    Preoccupatissima ho pure chiamato la pediatra che mi ha prescritto degli integratori.
    Quando siamo tornati a casa mia mamma mi ha persino detto che il visino era più “pieno”.
    Mah…sti figli sono un mistero

  3. Non preoccuparti per il rifiuto del cibo e assolutamente non farti la solita proiezione inconscia “rifiuto del cibo=rifiuto della mamma=muore di fame”
    Se vai su http://www.autosvezzamento.it ci sono alcuni articoli al riguardo: lo so che usi le pappe ma sono utili dal lato psicologico e ridimensionano la cosa

  4. Ciao Sere, hai proprio ragione!!! Io al
    contrario di quanto è successo a te avevo Lavinia che dormiva sempre dalla sera al mattino mentre Ludovica ci ha dato del filo da torcere da tre mesi in poi e ora a 9 mesi posso dire di essermi rassegnata a far la spola da camera nostra alla sua. Mentre anche Lavinia ha avuto il suo periodo di risvegli notturni occhi sbarrati e pianti inconsolabili, l’unica cosa che la calmava era la TV, bastava accenderla e lei smetteva di piangere e si riaddormentava come per magia. Per concludere fosse solo per il posto vuoi mettere Formentera con il Piemonte?!? Sebbene tu almeno vivi in un bel posto, qui a Novara non si respira e si vive nella nebbiolina estiva!!!

    1. Devo provare la tecnica della TV non sei la prima che me lo dice!!!! Hai ragione si sta meglio là, almeno non piove come a casa sempre!!!!

Che ne pensi?