Lista nascita: una gran bella scoperta!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Quando aspettavo Lavinia parecchie persone ci hanno chiesto cosa ci servisse per la bambina. In realtà un sacco di cose essendo la prima, ma non è mai facile “chiedere” in questi casi anche se ti viene domandato. C’é sempre una sorta di imbarazzo. …..per cui rispondevamo che ci stavamo pensando, prendendo così del tempo in attesa di avere un’idea…idea che è arrivata grazie alla zia Cla, la mamma di Zoe, che ci ha parlato della lista nascita.

lista

Qui a Firenze moltissimi scelgono di farla. Da me a Borgo invece quasi nessuno. O meglio io non conosco nessuno che l’ha fatta. Tranne noi.:-) ma sono sicura che con questo post incrementerò le liste nel nord Italia…:-D

La lista nascita è tipo la lista nozze. Vai in un negozio e segni tutto quello che ti serve, o che vorresti avere per la creatura. Quando qualcuno ti chiede cosa preferiresti, rispondi che hai fatto la lista nascita e sei a posto. Nessun imbarazzo, da nessuna delle due parti…

Potrebbe sembrare brutto, all’inizio avevo qualche dubbio anche io, non c’era nessun matrimonio, nessun pranzo nuziale, nessuna festa…perché avrebbero dovuto farci dei regali “richiesti”? Ma poi ci siamo detti: la lista è lì, non è un obbligo per nessuno, ma se qualcuno vorrà farci un regalo, non entreremo in crisi, né noi nel pensarci, né loro nel comprare. Ed è stato incredibile vedere quante persone volessero bene a Lavinia ancora prima di conoscerla….

Con il senno di poi è stata un’idea grandiosa (GRAZIE CLA!!!). Primo perché così non abbiamo ricevuto doppioni, cosa che invece spesso accade in questi casi, (conosco persone che si sono ritrovate con 3 mangiapannolini, 4 sdraiette, 25 biberon….) né un’infinità di tutine con cui vestire la bambina per tutto il primo anno di vita…(anzi nel nostro caso proprio nessuna, così ho potuto sbizzarrirmi io nella mia attività preferita….lo shopping!:-D)

In più abbiamo anche facilitato le cose ai nostri amici, che a detta loro, hanno potuto scegliere facilmente e senza intoppi. Anche perché siamo onesti, fare regali a degli amici è già spesso difficile, figuriamoci a una creatura che deve ancora nascere…infine dettaglio non trascurabile quello che piace a una persona non piace per forza ad un altro, quindi il gusto personale su un bambino sconosciuto secondo me è discutibile…perché d’accordo, è vero, i regali sono sempre ben accetti, se sono fatti con il cuore, quindi vanno presi per come sonoma i regali azzeccati lo sono ancora di più, soprattutto se poi evitano di far uscire una figlia vestita come un pagliaccio -:D

Avendo amici sia qui che lì per noi è stato comodo scegliere la lista online. Abbiamo definito il negozio, nel nostro caso uno dei negozi più forniti del nord Italia, Nido di Grazia, e comodamente tutto dal divano di casa, senza andare in negozio, (che in estate per un’appanzata è un lusso incredibile!) abbiamo fatto la lista. Ovviamente avremmo anche potuto andare in negozio e scegliere insieme alla commessa cosa inserire e cosa no, ma noi abbiamo preferito agire in autonomia, avendo già le idee piuttosto chiare su cosa ci servisse…TUTTO! Una volta inseriti gli articoli che ci piacevano, abbiamo mandato link, user e password ad amici e parenti che ci avevano chiesto “aiuto” per il regalo. Così. Niente di più facile.

lista lavinia

Abbiamo inserito di tutto e di più (il bello della lista è questo, tu scegli cosa vorresti, se te lo regalano bene, altrimenti non c’è nessun vincolo): dal semplice termos per portare il latte caldo in giro, al marsupio per le passeggiate aggrappate a papà, dal kit invernale per il nostro Stokke allo sterilizzatore, dalla sdraietta (tanto utile in certi momenti!!!) all’aspiratore nasale. Una cinquantina di idee per ogni budget.

elenco 2elenco 1

Noi avevamo già comprato il Trio che è stato il nostro regalo, tolti oggetti indispensabili (come lettino, fasciatoio ecc.) che ci hanno regalato in anticipo nonni e zie, per il resto ci siamo affidati alla lista. Cosa inserire? Non ve lo dirò, ognuna di noi penserà di sapere di cosa avrà bisogno. E quello che è servito a me potrebbe non servire a voi. Quello che vi dirò però è:

-QUANDO fare la lista. Il settimo mese. Sul farla prima sta a voi, magari saprete da sempre che tipo di passeggino volete, o che colore sarà la sua cameretta per abbinarci tutto il resto. Io come detto sono stata combattuta per mesi sulla scelta del passeggino, ma sapevo da subito che il lettino, il fasciatoio e il seggiolone sarebbero stati quelli della Stokke. Ma datevi il tempo di visionare, di dare un’occhiata, di testare. Fino a che la pancia non é ingombrante ce l’avete. Poi dopo sarete enormi, con una pancia pesantissima, con la necessità di fare pipì tra la scelta del modello e quella del colore, con l’entusiasmo ridotto ai minimi termini e a rischio di scegliere una cosa piuttosto che un’altra perché alla prima minima contrazione penserete che il bambino sta per nascere anche se mancano ancora due lunghissimi mesi… Tempismo ragazze!

-COME fare la lista. Siate PRECISE. Evitate di essere vaghe. Scegliete i singoli pezzi, il modello esatto, il colore che preferite, e se non ne preferite nessuno chiarite quale non volete, altrimenti vi regaleranno proprio quello, sicuro. Aggiungete dei buoni spesa, in modo che se ad un vostro parente non dovesse piacere nessuno degli articoli inseriti ( e può succedere) possa sempre ripiegare su una scelta “intelligente” e non personalizzata.

-COSA NON METTERE nella lista: forse per voi è scontato, ma io all’epoca ero molto, ma molto sicura che non avrei allattato, e ciò nel mio immaginario significava solo una cosa: biberon. Ora, nessuno vi vieta di mettere biberon, sterilizzatori, tettarelle, scalda biberon e ciucci nella lista nascita, ma non esagerate non è assolutamente detto che ne avrete bisogno, perché potreste allattare e allora non vi servirebbero all’inizio… Io ai tempi ancora non lo sapevo.:-D

-PERCHÉ fare la lista. Perché anche se ci metterete dentro due o tre cose che alla fine non userete, ( è inevitabile, con il primo figlio soprattutto é ogni giorno una scoperta) è sempre meglio scartare due o tre cose che cento.

La lista online è a disposizione dei tuoi parenti/amici. Con i dati da te forniti, basta entrarci e navigando scegliere cosa regalare. Si paga facilmente e ci pensa il negozio a spedire la merce. Comodo per chi regala e per chi riceve.

Ogni volta che qualcuno compra qualcosa ti arriva la mail in modo che tu possa ringraziare la persona interessata. E per non avere tutti i regali in giro per casa mesi prima puoi anche scegliere di aspettare a farti consegnare la merce.

Una volta accumulati un po’ di regali, il Nido consegna dove vuoi. Noi ci siamo fatti spedire un po’ di cose a Borgo e un po’ a Firenze e non abbiamo avuto nessun tipo di problema. Anzi, sono sempre stati tutti gentili e disponibili. In più, esiste la tessera fedeltà che ti permette di accumulare punti, quindi anche se nel nostro caso la maggior parte della spesa è arrivata da amici abbiamo anche poi potuto scegliere un regalo. In più!

nido

La lista può essere lasciata online quanto si vuole. Noi avevamo messo scadenza due mesi dopo la probabile nascita di Lavinia (e l’abbiamo creata due mesi prima), ma alla fine l’abbiamo lasciata fino a fine 2011, dato che ancora qualcuno ci chiedeva per regali natalizi. Durante l’esistenza della lista, essa è modificabile quante volte si vuole. Entri nella tua sezione privata e cambi a tuo piacimento, aggiungi e togli. E se ti serve qualcosa che non ti hanno ancora regalato puoi autocomprartela.

Se invece si preferisce fare la lista in un negozio “reale” basta prendere appuntamento nel negozio di fiducia e con la commessa si sceglie il tutto, si fa una bella lista cartacea e quando qualcuno andrà dietro tua indicazione in negozio basterà fare il tuo nome o quello del nascituro per visionare gli oggetti desiderati. Sottolineo il “prendere appuntamento” perché è sempre meglio chiamare ed assicurarsi che ci sia personale disponibile dato che compilare la lista porta via parecchio tempo, ve l’assicuro, e non tutti i negozi la fanno senza preavviso! Non facendola online i vostri amici si dovranno semplicemente recare nel negozio da voi scelto e comprare direttamente lì. Questione di gusti e di comodità personale.

Quello che secondo me è indubbio è la comodità della lista. Che può essere fatta sia per la nascita ma non solo, spesso viene fatta per il battesimo. A seconda delle esigenze. Per il primo figlio forse la lista nascita è più utile dato che vi serviranno davvero tante cose di cui non conoscevate l’esistenza fino a quel giorno (vedi l’aspira muco….l’aspira mucoooooooo????), ma in molti scelgono la lista battesimo. Speriamo solo che non si scelga di battezzare il bambino solo per questo perché sarebbe assurdo considerando che si possono anticipare i tempi (e i regali) con la lista nascita! 😀

C’é poi chi non ritiene opportuno farla, chi trova che sia una richiesta “maleducata”, obbligare qualcuno a regalarti quello che vuoi, sostenendo che i doppioni si possono sempre cambiare. Vero. Dipende però da come uno vive la propria vita. Io di carattere sono una pianificatrice. Non mi piace lasciare che le cose accadono. Ho un mio ordine. Una mia agenda mentale. Mi piace pensare di avere sempre tutto sotto controllo (anche se poi spesso non è davvero così) per cui con la lista mi sono trovata assolutamente bene, sapendo che non mi sarei ritrovata all’ultimo a comprare tutto ciò che mi serviva. Abbiamo ricevuto quasi tutto quello che avevamo scelto e quello che mancava o l’abbiamo comprato noi con il tempo o alla fine ci siamo resi conto che non era indispensabile. E inoltre se ripenso alle mie prime settimane con Lavinia, allo stravolgimento fisico e mentale, alla stanchezza e alla voglia di conoscerla in pace e tranquillità, sono contenta di non aver avuto l’impegno di dover andare a cambiare dei regali “doppi”…..

State sicure che tanto di regali “fuori lista” ne riceverete comunque. Per chi non vuole attenersi alla lista, perchè vuole affermare il suo spirito indipendente e ed esprimere la proprio io, un unico consiglio: non regalare abitini. Non azzeccherete mai la taglia e i gusti dei genitori e il più delle volte, quando arriva la stagione giusta per far indossare al bambino l’articolo in questione questo sarà già più grande di due taglie. Soprattutto se non avete figli e non siete ancora entrati nel meraviglioso e sconosciuto mondo delle taglie dei poppanti….Fidatevi.

Allora, pronte per la vostra lista?

Sere-mamma-dal-primo-sguardo!

Che ne pensi?