#dontlookaway

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Tra una settimana cominceranno i mondiali che verranno disputati come tutti sappiamo in Brasile, terra magnifica della samba e del Carnevale, ma afflitta da un gravissimo problema: quasi mezzo milione di bambini sono vittime di abusi.

Ed è per questo che ECPAT Italia organizzazione che da anni combatte lo sfruttamento sessuale dei minori, si è mobilitata e il 5 giugno (oggi) lancia una campagna via Twitter #dontlookaway (non voltarti dall’altra parte), con il sostegno di personalità dello spettacolo come Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Claudio Amendola, Claudia Gerini, Paolo Genovese, Giorgio Pasotti, Pippo Baudo, che hanno deciso di metterci la faccia con un #selfie.

1901787_300344413468142_6898283026677805375_n

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare i turisti in partenza per il Brasile a restare tifosi responsabili, e a denunciare casi di prostituzione minorile a cui potrebbero assistere durante il Mondiale. Il numero attivo per le denunce è il 100, come spiega nel suo video messaggio il testimonial ufficiale della campagna Ricardo Kakà, calciatore brasiliano, tra i primi a rispondere alla chiamata della rete ECPAT.

BpHS-pJIcAA_iXr

La campagna internazionale “Don’t Look Away – Non voltarti dall’altra parte“, coinvolgerà oltre 20 Paesi, nella lotta allo sfruttamento sessuale dei bambini e adolescenti, in vista dei Mondiali (2014) e Olimpiadi (2016) in Brasile.

Seguendo le pagine Facebook e Twitter di ECPAT Italia si può vedere quali personaggi del mondo dello spettacolo ci hanno messo la faccia e come realizzare il tuo SELFIE.  Basta un pennarello e una scritta per dire no al turismo sessuale. L’hashtag ufficiale dell’iniziativa è #dontlookaway.

Sere-mamma-dal-primo-sguardo partecipa.

E voi?

foto 1

 

Che ne pensi?