4 gite di un giorno partendo da Roma Termini

4 gite di un giorno partendo da Roma Termini

fonte

Poiché tutte le strade portano a Roma, partendo dalla Città Eterna dovrebbe essere possibile raggiungere tantissimi luoghi diversi, giusto? Giusto! 

Quello che non tutti sanno è che, partendo da Roma e utilizzando solo i mezzi pubblici è possibile raggiungere tanti bellissimi luoghi da visitare, per delle gite di uno o più giorni.

Dalla stazione di Roma Termini è possibile infatti raggiungere diverse città storiche tanto del Lazio quanto di regioni vicine, come la Toscana, la Campania o l’Umbria. Considerando che parliamo comunque della più importante stazione d’Italia per numero treni e passeggeri, è facile farsi scoraggiare, motivo per cui oggi vediamo insieme quali sono le tappe più interessanti da esplorare partendo proprio da qui.

Prima di tutto, però, un consiglio utile: lasciate le vostre valigie in un apposito deposito bagagli di Roma Termini in stazione e, leggeri e senza ingombri, seguendo le nostre indicazioni, prendete il treno; nel giro di massimo un’ora giungerete a destinazione! 

Andiamo a vedere cosa si può scoprire partendo da Roma Termini, cercando di utilizzare quanto più possibile il treno o eventuali mezzi pubblici come l’autobus.

Cerveteri

Se siete stati attenti a scuola, durante il percorso tra elementari e medie, sicuramente ricorderete della civiltà etrusca e delle loro imponenti necropoli. Vicino a Roma, a meno di cinquanta chilometri, c’è una delle città più importanti d’Italia per quanto riguarda proprio la civiltà etrusca: parliamo di Cerveteri.

La città, arcinota per la sua necropoli della banditaccia (che è anche patrimonio UNESCO dal 2004), è una delle città della cosiddetta Tuscia Romana, una zona del Lazio con tantissimi borghi e castelli antichi, meravigliosa da esplorare in lentezza. La necropoli si trova appena fuori dal territorio cittadino ed è di una bellezza incredibile ma non è la sola attrazione del luogo; oltre a essa infatti ci sono musei, sentieri o anche altre tombe, come quella delle cinque stelle.

Se vi siete stancati degli etruschi di Cerveteri non preoccupatevi: prendendo il bus o il treno potrete raggiungere la vicina cittadina di Bracciano, che vi permetterà di godervi un meraviglioso panorama sull’omonimo lago. Qui potrete anche esplorare da cima a fondo lo splendido castello Orsini-Odescalchi, giusto prima di farvi un gustoso aperitivo con vista sul lago!

Sperlonga

Posizionata in provincia di Latina, la città di Sperlonga è arcinota per una serie di spiagge che durante il corso dell’estate si popolano riccamente di turisti romani (e non). Acqua limpida e sabbia fine sono alcune delle caratteristiche più apprezzate di spiagge come Fontana, Salette o Canzatora, i luoghi perfetti per godersi un mare un po’ più wild rispetto al Tirreno nelle dirette vicinanze di Roma.

Non è tutto però: Sperlonga non si limita a essere un luogo bellissimo dove passare l’estate per le sue spiagge, bensì è anche un paese molto bello da visitare per il suo ricco centro storico medievale, tra torri e chiese d’altri tempi; ad oggi le torri sentono chiaramente il peso degli anni, dando al tutto un’atmosfera un po’ più vissuta e antica, rendendo il panorama di Sperlonga particolarmente suggestivo.

Dulcis in fundo, come non citare la Grotta di Tiberio? Parliamo di una cavità naturale scavata nella roccia nella quale penetra l’acqua, a mo’ di gigantesca piscina naturale, per un’atmosfera davvero difficile da incontrare altrove.

4 gite di un giorno partendo da Roma Termini

fonte

Giardino di Ninfa

Parliamo ora di uno dei luoghi più belli e meno raccontati d’Italia: il Giardino di Ninfa. Posizionato presso Cisterna di Latina, parliamo di un giardino botanico meraviglioso che prende il suo nome non tanto per la presenza di creature mitologiche appartenenti a Romani o Greci, quanto perché sorge letteralmente sulle rovine di una vecchissima città e di un castello risalenti al Medioevo.

Esplorare il Giardino di Ninfa significa entrare in una bolla dove il tempo si è fermato; tra i resti della chiesa di Santa Maria Maggiore cintata da un verde brillante ai ruderi del castello circondati da piante e fiori rigogliosi, senza contare il corso d’acqua che taglia il giardino in due ed è di un colore verde smeraldo incredibile.

Il giardino si può visitare durante il corso dell’estate e della primavera soltanto in date prestabilite; raggiungerlo col treno da Roma significa comunque dover fare qualche cambio. Il nostro consiglio è quello di arrivare a Latina in treno e poi da lì prendere il bus per Cisterna di Latina. Fidatevi, ne vale veramente la pena!

fonte

Le ville di Tivoli

Riavviciniamoci a Roma per parlare di due importantissime ville, entrambe dichiarate come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Villa Adriana si trova a Tivoli, ad esempio, è stata la dimora dell’imperatore Adriano ed è stata costruita nel classico stile romano, tra fontane e statue. Parliamo di un’area visitabile di circa quaranta ettari, dove sono rimasti i resti di strutture residenziali, giardini e padiglioni; la visita guidata in questo caso permette di scoprire l’esistenza di una rete viaria sotterranea funzionale ai servizi o la ricchezza delle decorazioni architettoniche.

Villa d’Este, invece, è una villa costruita nello stile rinascimentale ed è arcinota per il suo meraviglioso giardino. Voluta dallo storico governatore di Tivoli e figlio di Lucrezia Borgia, la villa è un complesso che si estende per 4 ettari e che comprende, oltre al palazzo residenziale, un ricco giardino tra fontane, sculture e più generiche opere d’arte.

Sarebbe possibile concentrarsi anche soltanto sulle fontane presenti all’interno dello stabile, ognuna con le sue particolarità e la sua storia. Di certo la più importante è la Fontana del Bicchierone, ad opera di Gian Lorenzo Bernini, lo stesso scultore dietro al Ratto di Proserpina.

Raggiungere Tivoli da Roma Termini è molto facile; è possibile prendere sia il treno che l’autobus (dalla fermata davanti alla stazione dei treni). Entrambe le ville sono visitabili tutti i giorni dalla mattina alle 18.45, con attenzione al lunedì, in cui la villa d’Este rimane chiusa di mattina.

Sere-mammadalprimosguardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.