La mia befana speciale

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Il sei gennaio duemilaquindici tenevo stretto tra le mie dita un test di gravidanza che dichiarava che ero incinta da almeno un paio di settimane.

Esattamente nove mesi dopo tenevo stretta tra le mie braccia la piccola Ludo che sceglieva il giorno sei (di settembre) per nascere.

Oggi, sei gennaio duemiladiciassette, a distanza di due anni da quel test, la nostra piccola Ludovica compie sedici mesi.

E questo post è tutto per lei.

Auguri alla mia adorata number 2, così birbante, allegra e monella. Così simpatica, divertente e dolce. Così sorridente, buffa e tenerona.

Che urla come una ossessa ma poi ti stringe forte.

Che ti guarda con aria di sfida mentre butta a terra le cose e poi spalanca quel sorriso unico che ha.

Che si lancia sul letto o sul divano quando capisce che è l’ora del lattone.

Che ti corre incontro come solo Margot sapeva fare.

Che apre la bocca ancora prima di averla chiusa e che assaggia tutto tanto da non sembrare vera.

Che gioca con i miei capelli per addormentarsi e si offende quando glieli levo.

Che quando arriva nel lettone non è più una bimbetta di ottantacentimetri ma è un gigante e lo occupa tutto.

Che mi dorme sulla testa e non sta ferma mai.

Che potrebbe essere nella fase rem più profonda, ma se io mi alzo dal letto, un secondo dopo è sveglia anche lei.

Che urla se entro in doccia perché non mi vede, ma quando le dico di entrare con me se la dà a gambe levate.

Che è una, ma fa casino come se fossero dieci.

Che vorrebbe assaggiare il caffè e la birra e le leggo negli occhi che quando potrà me la farà pagare.

Che arriva sul letto quando sto scrivendo al computer e si attacca alla mia schiena e soddisfatta mi abbraccia.

Che vive ed è vita ed è il mio ossigeno.

Buona befana befanetta della mamma. (E ovviamente anche a Lavinia che però è più streghetta che befanetta!)

Sere-Mammadalprimosguardo

Che ne pensi?