Il battesimo della Ludo (sull’alta velocità)

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Sottotitolo: pensavo peggio.
Sabato 17 ottobre alla veneranda età di 41 giorni, ben sette di più rispetto alla sorella che viaggiò per la prima volta il 23 ottobre 2011 quando si giorni ne aveva 34, Ludovica ha fatto il suo battesimo dell’alta velocità, entrando così con entrambi i piedi (e il passeggino) nel mondo dei pendolari (per amore).

Quando viaggiavo con Lavinia neonata da Malpensa partiva un Frecciarossa diretto per Firenze e senza dover quindi fare cambi in 2 ore e mezza eravamo da babbone; quel treno in realtà lo prendevamo solo noi e qualche mese dopo lo eliminarono (ahimé). Così adesso quando andiamo a Firenze dobbiamo fare cambio treno a Milano.

Sapete se avete letto questo post che io preferisco viaggiare con Italo perché più comodo: fasciatoio in un bagno grande a prova di passeggino, posti in carrozza 8 con spazio passeggino, coincidenza più comoda dalla mia stazione di partenza e saletta Italo a disposizione dove poter attendere in sicurezza. E con quello che c’è in giro è un bel motivo per scegliere Italo.

Unico neo: Italo parte da Milano Porta Garibaldi dove dal binario 13 in avanti ci sono delle terribili scale da scendere e salire. Quando viaggiavo sola con Lavinia non era un problema, mi caricavo in spalla l’ultraleggero, sull’altra il borsone e per mano Lavinia ma adesso con passeggino ovetto, trolley raddoppiato e primogenita al seguito è un problema. Mi sembra di aver intravisto degli ascensori ma mi parevano talmente remoti che non credo mi fiderei a usarli. Rimangono quindi le scale che però con tutto il nostro necéssaire sono un’impresa.

Per questo motivo questa volta abbiamo scelto le Frecce che partono invece dalla stazione Centrale dove non ci sono barriere architettoniche. Durante la tratta Arona Milano Ludovica ha dormito tutto il tempo. Per fortuna direi dato che il treno più che un regionale sembrava un carro bestiame con tutta la gente che c’era e che andava all’Expo. Fortunatamente un settantenne ha lasciato il suo posto a me e Lavinia. Un 70 enne.

Arrivati a Milano tappa al bar sopraelevato della stazione che in pochi conoscono e per questo posto tranquillo dove ho potuto sfamare la piccola pendolare mentre la grande parlava con un mini pony…va beh…

Dopo 50 minuti ecco il nostro Frecciarossa pronto a partire, quindi con una mano tiravo il trolley, con l’altra tenevo Lavinia che a sua volta spingeva il passeggino e dopo esserci accomodate nei nostri posti (Lavinia avendo compiuto 4 anni ha ora diritto al posto a sedere) siamo ripartite. Di nuovo Ludovica ha viaggiato tutto il tempo. Lavinia ha guardato i cartoni e io…mi sono pure rilassata!

Promosse quindi entrambe le mie bambine. Lavinia è una garanzia, oramai è come non averla. La Ludo ha superato la prima prova da pendolare e speriamo continui così e che il pendolarismo sia anche nel suo dna.

Promossa anche io (e me lo dico da sola) che onestamente ero un po’ in ansia per via del viaggio. Certo sono abituata ma un conto è averne una, un conto è controllarne due soprattutto in stazione. E invece è andata bene. Tutte coordinate.  È finalmente ecco papà!


Siamo una squadra fortissima noi.

Sere-mamma-dal-primo-sguardo, soddisfatta!

5 commenti su “Il battesimo della Ludo (sull’alta velocità)

  1. bravissime tutte e tre!!! siete meravigliose.. e tu Serena hai tutta la mia stima..io non potrei mai girare in stazione con Ines e una eventuale sorellina/fratellino… na…già di mio non tollero i treni figurati con figlia piccolo al seguito..quindi hai tutta la mia stima!! e te lo ripeto pure!! 😀

  2. E siete troppo un “dream team”!!! Bravissime!!!! Magari tra un po’ potresti provare a mettere la ludo in fascia e caricare il trolley sul passeggino così avresti ben DUE MANI A DISPOSIZIONE!!! Lo so che noi mamme siam tutte discendenti dirette della dea kali e con due mani libere teniamo il nano in braccio, passiamo l’aspirapolvere, pieghiamo i calzini e stiriamo, tutto contemporaneamente, ma si potrebbe provare a fare i maschi ed usarle x un paio di cose sole assieme!!! Che si sa che loro se hanno le chiavi in una mano e il cell nell’altra non possono proprio portare il nano xche son stracarichi…!

  3. Hai tutto il mio rispetto! Il mio Ettore prenderà il suo primo treno tra poco, a 3 mesi. Ho una domanda pratica: sul frecciarossa non c’è il fasciatoio da nessuna parte?

    1. Chiara dovrebbe essere in carrozza 3. Ma non ci sono mai stata perché viaggiando da sola io non posso lasciare tutti i bagagli e attraversare il treno…la carrozza tre è in prima classe comunque quindi credo che sia lì! A presto!

Che ne pensi?