Formentera 2013 – atto primo

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Ok lo confesso: bilancio dei primi giorni di vacanza – sono distrutta.
Come sapete siamo partiti martedi sera. Ci hanno imbarcato in orario per poi dirci a portellone chiuso che avremmo avuto, causa sciopero in Francia, un “piccolo” ritardo..(cito parole del capo cabina). Avremmo dovuto decollare alle 20, ci informa che il “piccolo” ritardo significa 2130. Tutto nella norma, avendo lavorato come hostess di terra a Malpensa, se non fosse che io di solito stavo al gate a prendere parole dai passeggeri, mentre in quel caso ero in ostaggio di una scatoletta volante ferma nel piazzale. All’idea di farmi un’ora e mezza chiusa li dentro con Lavinia saltellante sulle mie ginocchia, senza contare l’altra ora e mezza e cioè quella della durata del volo, mi sono sentita morire. Per fortuna che per una volta hanno avuto ragione loro a imbarcarci, nonostante il ritardo, giustificandosi dietro la remota possibilità di un ok improvviso ( se ci avessero lasciato aspettare agli imbarchi in caso di slot anticipato l’avremmo chiaramente perso) perché dopo nemmeno mezz’ora di attesa siamo decollati. Lavinia si è addormentata un attimo prima del rullaggio. Morale: un’ora e mezzo di dormita sul braccio o mio o di Giacomo, io abbastanza tranquilla e in un attimo eravamo a Ibiza, dove abbiamo passato la notte.

20130613-2105202

L’indomani abbiamo raggiunto FORMENTERA. Tempo di posare i bagagli ed eravamo già in spiaggia. Lavinia ha confermato la sua temerarietà già dimostrata lo scorso anno. Passatempo della giornata: correre sul bagnasciuga in direzione mare, perdere l’equilibrio e finire a faccia in giù in acqua.

Recuperata per “il coppino” riemerge e non fa una piega, anzi ci riprova. E ancora ancora ancora. Lei si diverte così tutto il giorno, a me parte l’embolo ad ogni immersione e Giacomo rimane basito da come ” si lasci andare giù” la creatura…
Con noi abbiamo il nostro salvagente intex di cui ho già parlato e quello per i bagni è perfetto. Ma devo trovare una soluzione per questa nuova esperienza…da tachicardia!

20130613-210716

Per il resto ha mangiato come una obesa da reality americano…e ha dormito un’ora in tutta la giornata. Direi che come inizio vacanza….non è stato niente male!

Poi per iniziare bene il secondo giorno stamattina abbiamo fatto un giretto in ospedale… Da due giorni Lavinia ha qualche puntino sul corpo, pensavo alle maledette zanzare, così non ci ho dato troppo peso…peccato che stamattina fossero più evidenti e in faccia tutto attorno alla bocca e in fronte, aveva tipo dei brufoletti. Passati in farmacia, la farmacista (che è la stessa che mi vendeva il latte in polvere l’altr’anno – vedi vacanze 2012) mi mette in testa che possa essere varicella. Partiamo dal presupposto che Lavinia è vaccinata, ok potrebbe prenderla in forma lieve…ok che è mia figlia e ammalarsi in vacanza è un MUST…ma proprio varicella? Così nel dubbio e non essendoci un dottore in paese ma solo all’ospedale decidiamo di andare subito. Anche perché sole e varicella non vanno d’accordo. Per non parlare del rischio epidemia. Ci manca solo che mi esiliano dall’isola per aver contagiato centinaia di bambini….

L’ospedale di Forme è nuovo, avrà un paio d’anni. All’accettazione una signora ci prende carta d’identità e cf. Mi fa firmare un modulo (ovviamente scritto in spagnolo per cui potrei aver devoluto a lei tutti i miei averi e non lo saprei) e ci manda dall’ infermiera che in maniera molto affabile e cordiale, fa qualche domanda e misura a Lavinia febbre e pressione. Era talmente carina che Lavinia, notoriamente poco avvezza ai ped, è stata tranquilla. Tutto a posto. Dopodiché siamo passate dal dottore, un ragazzo riccio riccio anche lui molto gentile (solo in Italia sono così simpatici?????) che l’ha guardata e ha fatto diagnosi: non è varicella (sole e mare arriviamoooooo) ma un mix tra punture di zanzare (la mamma ha sempre ragione!!!!) e sudamina. Significa che la pelle di Lavinia non ha respirato correttamente e sudando le è uscito questo sfogo. Le punture di zanzare invece possono essersi infettate per cui come cura abbiamo una pomata per lo sfogo e una crema antibiotica per la pustola grande. Per fortuna niente di grave. E non soprattutto la varicella i cui puntini hanno un po’ d’acqua al loro interno…
Ultima precauzione: cambiare la protezione, perché può essere che sia troppo grassa rispetto alla pelle di Lavinia più secca.
Mattinata alternativa eh? Nel pomeriggio ha poi dormito un paio d’ore sotto il famoso ombrellone e io e Giacomo ci siamo rilassati un pochino…e poi via di nuovo grandi corse per la spiaggia stavolta a rincorrere un cane. Insomma abbiamo già capito che, se l’anno scorso era un terremoto …quest’anno sarà peggio!;-)

Sere-mamma-dal-primo-sguardo

 

 

0 commenti su “Formentera 2013 – atto primo

  1. potrebbe essere impitigene, credo che si chiami così, che sembra varicella bolle con acqua e si prende molto facilmente da minuscoli animaletti della sabbia, anche Giacomo la prese .Auguri per il terremoto .scnr

Che ne pensi?