#tiabbiamoascoltato

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Come sapete lo svezzamento di Ludovica sta andando alla grande: posso senza esitazione dire che è una bambina di buona forchet…. ops di buon cucchiaio, accetta volentieri di assaggiare nuovi gusti e sta procedendo quindi tutto al meglio.

Anche con il biberon abbiamo oramai raggiunto un’ottima sintonia quindi non posso davvero lamentarmi.

Per colazione spesso Ludovica beve 150 ml di latte a cui aggiungo un paio di biscottini, esattamente come facevo con Lavinia.

Quando si è tratto di scegliere quale tipo di biscotto inserire nell’alimentazione della Ludo non ho avuto dubbi. Fin dal 2011 mi affido a Plasmon che so essere un’azienda seria e l’ha dimostrato una volta di più. Come? Ci hanno ascoltato.

img_6635

Qualche settimana fa stavo leggendo un blog di un’amica e ho scoperto che era stata invitata dalla Plasmon per una merenda un po’ speciale: the e biscottini ovviamente Plasmon. Dopo la merenda era stato svelato un segreto: su alcuni schermi era apparsa una scritta: #tiabbiamoascoltato. I biscotti che lei e le altre mamme avevano assaggiato erano sì i classici biscottini di una volta, con una novità importantissima: erano senza olio di palma ma ricchi solo di olio di girasole e olio di oliva.

Si sa le mamme sono molto attente nella scelta degli alimenti per i propri bambini e in molte avevano notato la presenza dell’olio di palma all’interno di un alimento così semplice e soprattutto per bambini così piccoli: era davvero un controsenso. La Plasmon ha quindi ascoltato le mamme e ha modificato la ricetta dei suoi biscotti, eliminando l’olio di palma, ma non il sapore. Tanto che le mamme presenti alla merenda non se ne erano assolutamente accorte.

Però io sono come San Tommaso, se non vedo non credo e siccome in casa ho un’esperta testatrice di cibo ho voluto fare subito la prova con lei e sono corsa al supermercato ad acquistare una confezione dei nuovi biscotti.

Lavinia è una mangiatrice seriale di plumcake, tempo fa provai a sostituire la solita confezione scelta perché contenente olio di palma, sostituendola con un marchio che non ne faceva uso: al secondo morso abbandonò il plumcake dicendo che era diverso.

Temevo quindi che la cosa si ripetesse e invece non ha battuto ciglio e ha solo detto che erano buoni proprio come quando era piccola.

Sere-Mammadalprimosguardo

plasmon senza palma mammadalprimosguardo

Buzzoole

5 commenti su “#tiabbiamoascoltato

  1. Sai che voglio provarli anche io….Ma da vera cretina ho paura che si strozzi col biscotto, visto che non è capace a masticare….e pensare che a suo fratello davo i ravioli….#mammechetornanoindietro

    1. Infatti la LUDO si strozza! diciamo che sciolti nel latte nessun problema, mangiati ancora dobbiamo vigilare mentre prova. Però si sciolgono in bocca quindi direi che si può provare…

  2. Ecco, io pochi giorni prima della news di Plasmon ho comprato una bella scatola formato famiglia di biscottini Hipp, biologici e senza olio di palma… Posso essere sincera? Non sanno di niente, e figurarsi se quella sciagurata di mia figlia poteva non notarlo…li ciuccia un po’ e poi li butta -__-

    1. Ci credo, pure Lavinia come detto mi aveva sgamata. Questi però sono buoni. Poi c’è da dire che la LUDO ancora non ha gusti “finiti” per cui posso “educarla” al cibo sano. Per quanto possibile….

  3. Buongiorno a tutte! Solo una cosa: come i biscotti plasmon ci sono solo i biscotti plasmon! Non che gli altri non siano buoni eh per carità, ma il gusto è diverso: non c’è storia! Anche io ho provato a cambiare ma Edo ha bocciato tutti gli altri… Samu nel bibe più o meno si è cuccato quel che capitava e Cloe beh lei è un caso limite d’altronde mangia cetriolo, avocado e riso alla curcuma….
    Ah mio marito che alla tenera età di 42 anni è un adoratore di plasmon ha “schifato” gli altri perché “eh ma non son mica buoni come gli originali”!!!

Che ne pensi?