Cosa succede quando i genitori hanno un figlio preferito

Regali festa del papà: ma come comportarsi quando un genitore ha un figlio preferito? Tutti i dettagli in questo articolo.

I genitori hanno un figlio preferito? 

Probabilmente chi ha dei fratelli o delle sorelle sa cosa significa quando un genitore ha un figlio preferito rispetto agli altri. Sebbene quasi nessuno lo ammetta, nel profondo ognuno nutre dei sentimenti di maggiore riguardo verso un figlio in particolare. Ovviamente, questo non significa che verso gli altri ci sia negligenza o noncuranza, affatto. Significa soltanto che, per un motivo estremamente personale e inconscio, una parte della prole rappresenta un di più, a volte anche difficile da spiegare.

Qual è il figlio preferito da un genitore?

A questa domanda non è semplice dare una risposta univoca. Si tratta di una tematica delicata, che trae origine da eventi e sensazioni del tutto personali. 

Di solito, si è portati a pensare che il figlio preferito di un genitore sia l’ultimo arrivato. I figli minori possono ingenerare delle sensazioni positive, in quanto più piccoli e bisognosi di cure. 

In realtà, secondo quanto riportato da alcuni studi di psicologia, quest’ultima affermazione non è del tutto corretta. Nello specifico, laddove ci siano figli di sesso diverso, il preferito è quasi sempre la figlia femmina, specialmente dalla madre. Ciò è giustificato anche dal fatto che, generalmente, tra donne si crea un legame più stretto. 

Invece, se si tratta di figli dello stesso sesso, nella gran parte dei casi il preferito è il primogenito. Questo perché è colui o colei da cui sono emersi per la prima volta tutti i sentimenti legati alla genitorialità. Inoltre, capita spesso che con i primi figli si abbiano più tempo e più energia da dedicare.

Essere preferiti dai genitori è sempre un vantaggio?

Un altro luogo comune su questo argomento è quello di pensare che il figlio preferito abbia la vita semplice e, da grande, si troverà a raggiungere importanti risultati sia personali che professionali. Anche in questo caso, le cose non sono come sembrano.

Senza dubbio, per i figli non preferiti, questa situazione crea disagio e delusione; si tratta di un vero e proprio pugno che colpisce la propria autostima. 

Tuttavia, anche per i preferiti non sono tutte rose e fiori. Su di essi, infatti, i genitori pongono molte aspettative e il loro vederli perfetti può portare a una pressione psicologica non indifferente. Da adulti, saranno più vulnerabili e svilupperanno complessi psicologici, nel caso in cui non riescano ad eccellere nella vita. È chiaro che questo scenario può portare verso un declino psichico e, quindi, alla depressione.

Come affrontare una preferenza familiare

Sebbene sia una condizione che può dar vita a sentimenti di rabbia, è inimmaginabile che un genitore neghi l’affetto e la dedizione ai figli che non siano loro preferiti. Se da parte delle madri e dei padri è sbagliato fare paragoni, i figli dal canto loro devono imparare a dialogare e a manifestare le loro perplessità. La comunicazione è fondamentale ed è sempre alla base di ogni sano rapporto, soprattutto in quello familiare. 

A tal proposito, dai un’occhiata ai regali festa del papà per celebrare il grande ruolo che questi svolgono nella nostra vita!

Sere-mammadalprimosguardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.