I mariti delle blogger

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

Quando li vedi a qualche evento, in qualità di accompagnatori, ma nel reale ruolo di baby sitter, i mariti delle blogger ti fanno un po’ tenerezza.

Alla fine, a-loro-che-bip-gliene-frega di creme e cremine, presentazione di linee di abbigliamento premaman, corsi per aspiranti blogger e via dicendo.

Manco parlassimo di raduni in cui si invitano le gentil mogli a-darla-di-più.

No. Pannolini, ciucci e tanti altri interessantissimi argomenti.

E infatti spesso, come accade tra noi donne, a prima vista non ci si piace nemmeno, perché stanno (ovviamente) sulle loro, guardano il cellulare e alzano gli occhi al cielo.

(O meglio a noi non piacciono i mariti delle altre, perché loro, manco ci hanno fatto caso, a noi.)

Però poi accade che evento dopo evento, occasione dopo occasione, con alcuni nasca un rapporto di amicizia, volente o nolente.

Perché inevitabilmente se frequenti la moglie, se sei amica della fidanzata, capiterà di vedersi, di incontrarsi e magari di piacersi.

villaggio de Angelis Numana

Al punto da passarci una vacanza.

E quelli che fino a poco prima giudicavi quei poveri mariti delle blogger, diventano improvvisamente simpaticissimi.

Del resto si sa, l’alcool unisce.

Ed è così che trovi i perfetti compagni di vacanza.

villaggio de Angelis Numana

 

Come sapete la scorsa settimana sono stata nel Conero in compagnia di due amiche di blogging.

Quando parti per una vacanza con amici, il risultato finale è sempre una grandissima incognita. Anche le persone che credi di conoscere meglio, magari amici da una vita, in vacanza possono nascondere insidie e rivelarsi molto diversi da te. Figuriamoci chi non conosci.

In questo caso io conoscevo Giada e Silvia,  meno Salvo e Gianluca, quindi tutto poteva andare benissimo, come malissimo.

E invece ho avuto una piacevole sorpresa.

E’ stato veramente straordinario vedere come i mariti si siano subito trovati ed entrati in sintonia tra di loro, ovviamente divertendosi a prenderci in giro e a sparlare delle mogli.

villaggio de Angelis Numana

Ma è stato soprattutto incredibile vedere come si siano interessati e presi cura dei figli delle altre, senza battere ciglio, tanto che Giacomo in certi momenti ha avuto il figlio maschio che non ha vuole, e Salvo e Gianluca la femmina (attualmente) mancante. Una sorta di prova generale, per certi versi ,-)

villaggio de Angelis Numana

In particolare, in quei tre giorni in cui Giacomo si è assentato per lavoro,  ho potuto meglio apprezzare i miei compagni di viaggio.

Io sono talmente abituata a fare tutto da sola senza chiedere, che mai avrei preteso aiuto dalle miei amiche già in balia dei propri figli, pena l’esaurimento di gruppo, ma sapere che c’erano i papà degli altri bimbi, è stato bello.

Certo, nessuno può sostituire Giacomo, però vedere Lavinia che chiacchierava e giocava con Gianluca, o i sorrisi che la Ludo gli regalava, mi facevano stare più tranquilla.

villaggio de Angelis Numana

Così come quando Salvo ci faceva compagnia o ci chiedeva (sempre) se ci serviva qualcosa.

villaggio de Angelis Numana

Hanno fatto gli amici, anche se magari fino ad un minuto prima, amici non eravamo.

E per questo li voglio ringraziare: i due miei compagni di viaggio si sono rivelati davvero due belle persone.

Due persone che sono certa che al prossimo raduno pannolini and co. non mi faranno più tenerezza. Ma che sicuramente mi offriranno da bere 🙂

villaggio de Angelis Numana

Sere-Mammadalprimosguardo 

Qualche giorno fa, dopo la diretta Instagram che abbiamo fatto tutte e tre insieme, mi è capitato di leggere un commento in cui una “follower” di Giada insinuava che i nostri mariti (inteso come i mariti delle blogger) fossero dei santi perché assecondano e accontentano le mogli in assurdità virtuali (leggi: perdete tempo a cazzeggiare in rete mentre dovreste andare a lavorare, seriamente). Volevo rispondere, dato che non ho visto in diretta quel commento, e dire che ha ragione: ci assecondano. E sa perché? Perché hanno capito quanto per noi scrivere sia importante. E l’amore è anche questo: assecondare le mogli nella follia di voler seguire una passione che stanno tentando di trasformare in un lavoro. E se così non dovesse essere, pazienza. Ma sapremo di avere al nostro fianco uomini che hanno creduto in noi e ci hanno lasciato libere di provare. Appoggiate. Rispettate. Amate. Una fortuna che effettivamente, non capita a tutte.

Sulla santità avrei da dire, visto che a noi manca solo l’aureola, vero ragazze? 😛

4 commenti su “I mariti delle blogger

  1. Sai che ti dico? Quando ho aperto il mio blog mi si è aperto un mondo ed ho conosciuto delle persone bellissime. La cosa più bella è che questo ha coinvolto anche la mia famiglia. Non immaginavo che si sarebbero aperte porte inaspettate!

  2. Hai detto tutto tu! Ad aggiungere altro si rovinerebbe il bellissimo post che hai scritto piene di meravigliose e nostalgiche verità.
    Ti voglio bene (e te ne vuole anche Salvo)

Che ne pensi?