Home sweet home…

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinby feather

C’era una volta una 26 enne che un giorno, nel lontano 2004 decise che era arrivato il momento di uscire di casa e di andare a convivere con quel ragazzo con cui stava da ben cinque anni. E c’era una casa, la sua, che l’attendeva pronta per questa nuova avventura. Avventura che durò il giusto, ma che non si rivelò essere la scelta definitiva e quella casa ben presto divenne solo sua; tanto spaziosa e tanto animata, fu scenario di retroscena irraccontabili di una giovane trentenne all’apice del successo….;-D

Quella casa per la nostra eroina divenne tutto: un rifugio solitario, un eremo silenzioso, un luogo di incontro, un ammasso di ricordi, una sinfonia di risate, una cascata di emozioni. E poi un giorno divenne anche un nido: un nido d’amore.

Durante l’estate del 2010 la nostra protagonista conobbe l’uomo che sarebbe diventato il padre dei suoi figli e quella casa cambiò aspetto. Tanto che presto tornarono dall’ospedale in tre. Le prime notti di vita la sua bellissima bambina le passo in quella casa così adorata dalla sua mamma.

Ma nonostante il legame affettivo con quella casa, la nostra protagonista dovette decidere di affidarla ad altre giovani coppie, mentre lei cominciava la sua nuova vita a tre in un’altra città, lontano da casa, da quella casa. Quella casa che non venne però mai dimenticata.

Tanto che alla prima occasione e alla prima indecisione tornò nelle sue mani. Un paio di lavoretti, dettati dalla necessità di trasformare una casa single in una a misura di bambinE et voilà, il nuovo nido fu pronto.

Ennesimo trasloco con il pancione (perché altrimenti non è un vero trasloco) ed eccoci qui. Oggi dopo tre anni e otto mesi la nostra protagonista torna finalmente a vivere nella sua adorata (ora più che mai) casa. Non più sola ma con la sua meravigliosa famiglia.

Bentornata a casa Sere, bentornata.

Sere-mamma-dal-primo-sguardo

2 commenti su “Home sweet home…

Che ne pensi?